A Leiden, grandi artisti contemporanei nella mostra Global Imaginations

144 Visualizzazioni

13 aprile 2015

A Leiden, grandi artisti contemporanei nella mostra Global Imaginations

Dal 27 giugno al 4 ottobre, prospettive di arte contemporanea sul mondo globale presso l’ex fabbrica di farina De Meelfabriek

Continua

Dal 27 giugno al 4 ottobre 2015, il Museum de Lakenhal di Leiden organizza la mostra Global Imaginations, un’esposizione internazionale d’arte contemporanea.

Global Imaginations coinciderà con il 440° anniversario dell’Università di Leiden, ed è il risultato della collaborazione tra il National Museum of World Cultures e il Leiden Global Institute. Venti tra i principali artisti contemporanei sono stati invitati ad esporre le proprie opere o a realizzarne delle nuove, per trasmettere la propria visione del mondo globale. La mostra si terrà presso la Meelfabriek di Leiden, una fabbrica di farina in disuso che riflette il passato industriale della città. Gli ampi spazi dell’enorme complesso contribuiranno a rendere la visita ancora più unica e interessante.

Visioni del mondo

Nel tentativo di comprendere meglio il mondo, gli scienziati dell’Università di Leiden hanno studiato il globo per secoli. I loro sforzi si sono spesso avvalsi della collaborazione di artisti che concretizzassero le loro scoperte attraverso la realizzazione di mappe,riproduzioni delle specie botaniche, diagrammi e simboli. Non è quindi sorprendente che i musei di Leiden siano ricchi di collezioni antropologiche, storiche e artistiche, e di oggetti d’arte antica e specie biologiche che testimoniano l’evoluzione dell’immagine del mondo attraverso secoli.
Il mondo moderno in particolare presenta cambiamenti continui: i confini tradizionali che separano città, nazioni e continenti stanno scomparendo velocemente grazie allo sviluppo di internet e delle crescenti migrazioni, mentre le nuove scoperte scientifiche si adattano alle nostre visioni del mondo.
Una visita alla mostra presso la Meelfabriek è un vero è proprio viaggio attraverso il mondo globale. Global Imaginations permette ad artisti provenienti da ogni angolo del pianeta di condividere la propria, personale prospettiva del mondo moderno. Si tratta di visioni profondamente radicate in tradizioni e culture differenti, ma che al tempo stesso fanno tutte parte di un “villaggio globale”. Con l’esposizione di molteplici prospettive contemporanee sul mondo, Global Imaginations ben rappresenta la secolare fama di Leiden come città cosmopolita e accademica.

Tra gli artisti che partecipano alla mostra, possiamo trovare nomi di fama internazionale quali Simryn Gill (1959, Singapore), Mona Hatoum (1952, Libano), Lucy Orta (1966, Inghilterra) e Jorge Orta (1953, Argentina), Tintin Wulia (1972, Indonesia), oltre al Ghana Think Tank,un istituto dalla prospettiva globale fondato in Ghana nel 2006 da Christopher Robbins, John Ewing e Matey Odonkor. I Paesi Bassi sono rappresentati da Marjolijn Dijkman (1978) e Andrea Stultiens (1974).

De Meelfabriek

Questo enorme complesso industriale sullo Zijlsingel ospitò una fabbrica di farina dal 1883 al 1988. Oggi l’edificio rappresenta una delle più grandi testimonianze del ricco passato industrial di Leiden, ed è parte importante del retaggio industriale olandese. Quest’anno l’edificio sarà reinterpretato, è diventerà parte attiva e pulsante del cuore culturale della città, arricchito con hotel, loft, negozi, bar e ristoranti, un centro spa & wellness e tanti spazi dedicati all’arte e alla cultura.

Per maggiori informazioni: demeelfabriek.nl.