La settimana del design olandese

36 Visualizzazioni

11 luglio 2016

La settimana del design olandese

Ogni anno a ottobre la città di Eindhoven ospita la Settimana del Design Olandese, il più grande evento legato al design del Nord Europa, durante il quale vengono presentati i progetti e le idee di più di 2.400 designer e al quale accorrono oltre 250.000 visitatori, dall’Olanda e dall’estero. Sono più di 80 le location che ospitano mostre, conferenze, cerimonie di premiazione, eventi di networking e dibattiti.

Continua

Ogni anno a ottobre la città di Eindhoven ospita la Settimana del Design Olandese, il più grande evento legato al design del Nord Europa, durante il quale vengono presentati i progetti e le idee di più di 2.400 designer e al quale accorrono oltre 250.000 visitatori, dall’Olanda e dall’estero. Sono più di 80 le location che ospitano mostre, conferenze, cerimonie di premiazione, eventi di networking e dibattiti.

La Settimana del Design Olandese si concentra principalmente sul design del futuro, differenziandosi così dagli altri eventi del settore. Vengono approfondite molte discipline e analizzati i diversi aspetti del design, ma l’enfasi rimane sulla sperimentazione, sull’innovazione e sulla capacità di mischiare i saperi. Un’attenzione particolare viene riservata ogni anno al lavoro e alla crescita dei giovani talenti.

La storia della Settimana del Design Olandese ha inizio nel 1998, quando un consorzio di designer organizzò per la prima volta il “Giorno del Design”, per facilitare l’incontro tra imprenditori e designer. L’evento divenne un appuntamento annuale, attrasse sempre più interesse e crebbe esponenzialmente. Nel 2002 il “Giorno del Design” si trasformò nella “Settimana del Design” e nel 2005 ha assunto la denominazione attuale, quella di “Settimana del Design Olandese”.

Gli organizzatori della Settimana del Design Olandese sono di natura ottimisti: credono nella capacità dei designer di risolvere i problemi, grazie a un approccio flessibile che permette loro di trovare soluzioni innovative a problemi complessi, in un mondo in continuo cambiamento.

I tre pilastri dell’evento sono:

1. Offrire ai designer una piattaforma, indipendentemente dalle loro origini e dalla loro nazionalità, con un’ “attitudine al  design olandese”. Questo perché, al contrario di quanto si potrebbe pensare, l’aggettivo olandese non indica la nazionalità, ma un’attitudine e una cultura, ovvero i caratteri fondanti dell’Olanda e degli olandesi: approccio orientato alla soluzione dei problemi, capacità di vedere le cose in prospettiva, risolutezza, pensiero non convenzionale, ma anche la capacità di coinvolgere chiunque nel processo creativo.

2. Offrire ai designer delle opportunità: attraverso la pubblicità, l’espansione delle reti e l’ottenimento di nuovi incarichi, i designer e i loro lavori vengono introdotti al mondo dei media e del commercio.

3. Sviluppo del talento: la visione orientata al futuro dell’evento non si limita al domani; proprio per questo elemento fondamentale dell’evento è il supporto alla nuova generazione.

La quindicesima edizione dell’evento, che si terrà dal 22 al 30 ottobre 2016, avrà come ambasciatori due designer di fama internazionale, Maarten Baas and Bas van Abel.

Il ruolo degli ambasciatori è molto importante poiché fungono da cassa di risonanza per i partecipanti, i media e i visitatori e, insieme agli organizzatori, sviluppano diverse attività che hanno luogo durante la settimana.

Maggiori informazioni: www.ddw.nl/en