Nel 2015 il Tour de France torna in Olanda e parte da Utrecht

273 Visualizzazioni

3 marzo 2015

Nel 2015 il Tour de France torna in Olanda e parte da Utrecht

Nel 2015 il Tour de France partirà da Utrecht: dopo cinque anni, il più grande evento ciclistico del mondo torna in Olanda. La Grand Départ non poteva che svolgersi in questa città olandese bike friendly, e costituisce l’occasione per scoprire una sorprendente Utrecht.

Continua

Nel 2015 il Tour de France partirà da Utrecht: dopo cinque anni, il più grande evento ciclistico del mondo torna in Olanda. Se nel 2010 il Tour era stato accolto dalla grande città portuale di Rotterdam, il 2015 vede Utrecht protagonista, con la sua giovane popolazione e il famoso centro storico.

La Grand Départ non poteva che svolgersi in questa città olandese bike friendly, e costituisce l’occasione per scoprire una sorprendente Utrecht, una città giovane e dinamica e una delle migliori città ciclabili del mondo.

Le due tappe a Utrecht

Il Tour de France prende il via sabato 4 luglio a mezzogiorno con una tappa a cronometro di 13,7km il cui percorso si sviluppa all’interno della stessa città. Anche il secondo giorno i ciclisti correranno all’interno della città di Utrecht: la seconda tappa attraversa il centro storico, passa lungo i canali e sotto la torre del duomo, per poi uscire dalla città circa 30km dopo, superato il fiume Leidsche Rijn e proseguendo poi attraverso il cuore verde d’Olanda fino a giungere al punto di arrivo, a Neeltje Jans, nella provincia dello Zeeland.

I motivi che fanno di Utrecht la città olandese bike friendly

  • Ogni giorno 90.000 persone si spostano in bicicletta tra le 07.00-19.00 attraverso le strade di Utrecht. La bicicletta è uno dei mezzi più utilizzati per raggiungere il posto di lavoro.
  • Nei prossimi anni la città investirà molto per garantire piste e percorsi ciclabili più veloci e sicuri e parcheggi per biciclette. Tra i progetti principali ci sono la costruzione di 33.000 nuovi parcheggi per biciclette, tra cui uno vicino alla stazione centrale che può ospitare fino a 12.500 bici, il più grande parcheggio ciclabile del mondo.
  • Utrecht ha la pista ciclabile più antica d’Olanda. Nel settembre del 1885 la strada pedonale sulla Maliebaan di Utrecht fu aperta al transito delle biciclette ogni domenica pomeriggio, diventando successivamente una vera e propria pista ciclabile
  • La De Utrechtse Rijwiel Fabriek (DURF), con sede a Utrecht, è un produttore di biciclette dove i giovani si impratichiscono con l’esperienza. Gli apprendisti imparano da un esperto come realizzare le biciclette “VANMOOF” dal design innovativo e vengono assistiti nella ricerca di un lavoro. Un programma unico che ha contribuito alla diffusione delle biciclette che vedete sfrecciare nel centro di Utrecht.www.durfutrecht.nl
  • La città conduce esperimenti per i semafori intelligenti: il tempo di attesa al Lucasbrug è stato ridotto da 35 a 21 secondi
  • Dall’agosto 2014 a Utrecht è stata aperta la prima fermata per un passaggio in bicicletta, con apposito cartello. Basta sollevare il pollice ed attendere che un ciclista offra un passaggio. Se in un primo momento il comune di Utrecht ha fatto rimuovere il cartello perché installato senza autorizzazione, se ne sta ora considerando l’introduzione ufficiale anche in altri punti della città.
  • In giro per Utrecht è possibile trovare le Traffic Barbies. Troppo spesso i ciclisti dimenticano di segnalare la direzione in prossimità di incroci pericolosi: ecco che su alcuni semafori sono state posizionate delle Barbie che ricordano simpaticamente ai ciclisti di indicare la direzione. Molte delle Barbie sono state “rapite”, ma l’azione ha raggiunto il suo scopo.
  • Per promuovere le aree verdi della città, gli itinerari ciclabili che partono dal centro storico sono segnalati con speciali indicazioni
  • Il Festival Lief di Utrecht mette a disposizione biciclette per i suoi visitatori al motto di “pedalare insieme, ballare insieme, condividere”

La bicicletta in Olanda

  • Con 19 milioni di biciclette l’Olanda ha la densità più alta al mondo di due ruote per abitante
  • Ogni bambino olandese sostiene un esame per ottenere il diploma per la bicicletta
  • L’84% degli olandesi possiede una o più biciclette
  • Ogni anno gli olandesi percorrono in sella 15 miliardi di chilometri
  • L’Olanda ha un “Piano Ciclistico Nazionale”, che prevede tra l’altro il pagamento del 52% di ogni bicicletta attraverso le tasse