Cibo=Design

Denise Kortlever, mercoledì 13 febbraio 2013, 79 Visualizzazioni

Cibo=Design

Perché il tè è racchiuso in una bustina? Perché nei ristoranti viene sprecata una grande quantità di cibo? Katja Gruijters avvia sempre i suoi progetti mettendo in discussione ciò che si dà per scontato. Mangiare costituisce un bisogno basilare per le persone, ma allo stesso tempo fa parte della nostra cultura, pertanto è un atto legato a determinati rituali e all'interazione umana. Katja Gruijters intende contribuire positivamente alla cultura del cibo e per tale motivo crea prodotti alimentari innovativi, come caramelle decorate con fiori, piatti commestibili e tavolette di cioccolato a forma di pizzo. Attualmente l'attenzione di Katja è concentrata soprattutto sulla sostenibilità dei cibi che consumiamo. Strane normative europee (vi sono regole severe che disciplinano le dimensioni e la forma di frutta e verdura; ad esempio le banane devono essere perfettamente curve) hanno convinto Katja Gruijters che è giunto il momento di ridefinire la nostra percezione del cibo e di sostenere prodotti reali e onesti. Partendo da questo presupposto, Katja sviluppa progetti incentrati su una cultura alimentare ben pensata, come ad esempio ristoranti a zero sprechi e cene preparate esclusivamente con avanzi.

Continua

Perché il tè è racchiuso in una bustina? Perché nei ristoranti viene sprecata una grande quantità di cibo? Katja Gruijters avvia sempre i suoi progetti mettendo in discussione ciò che si dà per scontato. Mangiare costituisce un bisogno basilare per le persone, ma allo stesso tempo fa parte della nostra cultura, pertanto è un atto legato a determinati rituali e all'interazione umana. Katja Gruijters intende contribuire positivamente alla cultura del cibo e per tale motivo crea prodotti alimentari innovativi, come caramelle decorate con fiori, piatti commestibili e tavolette di cioccolato a forma di pizzo. Attualmente l'attenzione di Katja è concentrata soprattutto sulla sostenibilità dei cibi che consumiamo. Strane normative europee (vi sono regole severe che disciplinano le dimensioni e la forma di frutta e verdura; ad esempio le banane devono essere perfettamente curve) hanno convinto Katja Gruijters che è giunto il momento di ridefinire la nostra percezione del cibo e di sostenere prodotti reali e onesti. Partendo da questo presupposto, Katja sviluppa progetti incentrati su una cultura alimentare ben pensata, come ad esempio ristoranti a zero sprechi e cene preparate esclusivamente con avanzi.

Katja Gruijters non si considera una food designer, poiché ritiene che il cibo sia già 'disegnato' dalla natura. Marije Vogelzang preferisce invece definirsi una 'designer del mangiare', essendo interessata principalmente alla preparazione, alla storia e alla cultura del cibo. La sua filosofia comprende otto aspetti ispirativi che costituiscono la base di tutti i suoi progetti: sensi, natura, cultura, società, tecnica, psicologia, scienza e azione. Marije Vogelzang studia in particolare gli aspetti socio-psicologici del cibo, vale a dire il modo in cui esso evoca ricordi intensi ed emozioni forti. Ha realizzato progetti affascinanti, quali un pasto funebre completamente bianco, una parete di cioccolato da leccare e una degustazione di 'acqua di rubinetto olandese' allo scopo di accrescere la consapevolezza del valore dell'acqua del rubinetto. Inoltre ha fondato, sia ad Amsterdam che a Rotterdam, il ristorante Proef, che serve cibi biologici genuini su grandi taglieri in legno da condividere con gli altri. Un locale che merita sicuramente una visita.

Proef Amsterdam, Gosschalklaan 12
Proef Rotterdam, Mariniersweg 259

Scopri di più sulla zona
Google map

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua