Il Tuffo di Capodanno

Denise Mosbach, lunedì 23 dicembre 2013, 244 Visualizzazioni

Il Tuffo di Capodanno

Immagina la situazione: con i postumi della sbornia per il troppo champagne bevuto la sera prima, il primo gennaio scosti le tende e guardi fuori. Sembra che faccia molto freddo, e ti chiedi con preoccupazione quanto possa essere gelida l'acqua del Mare del Nord. Il pensiero di doverlo sperimentare di persona ti fa inorridire, ma hai preso un impegno: per la prima volta nella tua vita, tra un paio d'ore farai un tuffo di Capodanno.

Continua

Immagina la situazione: con i postumi della sbornia per il troppo champagne bevuto la sera prima, il primo gennaio scosti le tende e guardi fuori. Sembra che faccia molto freddo, e ti chiedi con preoccupazione quanto possa essere gelida l'acqua del Mare del Nord. Il pensiero di doverlo sperimentare di persona ti fa inorridire, ma hai preso un impegno: per la prima volta nella tua vita, tra un paio d'ore farai un tuffo di Capodanno.

Non molto più tardi mi trovo, tremante dal freddo con indosso solo il bikini, sulla spiaggia della località balneare di Scheveningen, dove ha luogo il tuffo più famoso d'Olanda. Per l'occasione porto in testa, come tutti gli altri 10.000 partecipanti, una ridicola cuffia arancione. Orribile! Poi tutti cominciano a correre come dei pazzi e ad immergersi in acqua, e io con loro. L'acqua è ghiacciata, e subito mi chiedo perché diavolo lo sto facendo. Non mi diverte per niente. Prima che l'acqua mi sia arrivata alla vita ho già deciso: questa è l'ultima volta!

Il mio vicino ovviamente non la pensa come me, infatti si immerge completamente una decina di volte. Quando gli domando perché è tanto felice in quell'acqua gelida, mi risponde con noncuranza: "Per me è una sfida bagnarmi nel mare gelido. Mi dà una sensazione fantastica. Devo ammettere però che nel mio corpo scorre ancora parecchio alcol, quindi non sento quasi il freddo..."

Il tuffo di Capodanno è una vecchia tradizione, nata nel 1920 in Canada, quando un gruppetto di canadesi temerari decise di tuffarsi in acqua il primo gennaio. Successivamente l'usanza si diffuse nel resto del mondo; in Olanda il primo tuffo ebbe luogo nel 1960 a Zandvoort. Ormai quasi in ogni angolo del paese gli olandesi corrono a tuffarsi in acqua il primo giorno dell'anno.

Per Angela van Vliet quest'anno rappresenta un anniversario importante, poiché è il suo quinto anno consecutivo di partecipazione al tuffo: "Cinque anni fa alcune amiche mi chiesero se volevo andare con loro, e da allora non ho mai perso un anno. Per me, più l'acqua è fredda meglio è. Dopo l'immersione mi sento davvero come rinata e il nuovo anno può cominciare".

Strana gente, questi olandesi…

Scopri di più sulla zona
Google map

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua