Molto più di un festival del jazz

Marloes Tervoort, martedì 4 giugno 2013, 111 Visualizzazioni

Molto più di un festival del jazz

Tradizionalmente l'Aia era la culla del più importante festival olandese del jazz, di grande prestigio internazionale. Quando il North Sea Jazz si è trasferito a Rotterdam nel 2006, lo stuolo di fan entusiasti è rimasto un po' disorientato. Nonostante le due città non siano molto distanti una dall'altra, sono caratterizzate da atmosfere assai diverse. Inoltre il festival aveva un legame talmente stretto con l'Aia che a Rotterdam ha dovuto costruirsi una tradizione completamente nuova.

Continua

Tradizionalmente l'Aia era la culla del più importante festival olandese del jazz, di grande prestigio internazionale. Quando il North Sea Jazz si è trasferito a Rotterdam nel 2006, lo stuolo di fan entusiasti è rimasto un po' disorientato. Nonostante le due città non siano molto distanti una dall'altra, sono caratterizzate da atmosfere assai diverse. Inoltre il festival aveva un legame talmente stretto con l'Aia che a Rotterdam ha dovuto costruirsi una tradizione completamente nuova.

Sono ormai trascorsi sette anni e sembra che le basi siano state gettate. Il festival è ancora molto apprezzato dagli amanti del jazz, ma attira un pubblico più vasto. Ciò non sorprende considerati i nomi importanti che ogni anno popolano il cartellone: Alicia Keys, Seal, Lenny Kravitz, Erykah Badu, Van Morrison e Adele, per citarne solo alcuni. Logico, quindi, che il festival registri sistematicamente il tutto esaurito in un batter d'occhio.

Anch'io ho assistito al festival diverse volte e ho visto alcuni dei celebri artisti sopra citati, grazie all'aiuto di un amico che lavorava dietro le quinte. Una fortuna non da poco, dal momento che i biglietti non sono certo economici. Ai biglietti d'ingresso, di per sé già costosi (79 euro al giorno, 169 euro per un passepartout di 3 giorni), si aggiungono bevande e spuntini dai prezzi piuttosto salati. C'è da dire però che, al posto di birra e patatine fritte, puoi gustare ostriche e champagne in grande stile.

Per me il culmine delle ultime edizioni è stato Prince (Prince!), che si è esibito in uno spettacolo sensazionale. In una sala straripante di fan entusiasti ed esultanti, la star ha eseguito i suoi numeri più famosi. In seguito ho sentito alcune persone lamentarsi della scarsa qualità dell'acustica. Ma probabilmente non avevano bevuto abbastanza champagne e avevano mangiato un'ostrica di troppo.

Scopri di più sulla zona
Google map

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua