Museo Frans Hals di Haarlem

Ulrike Grafberger, martedì 5 marzo 2013, 638 Visualizzazioni

Museo Frans Hals di Haarlem

Forse l'idea di visitare un museo non ti attira, ma il Museo Frans Hals di Haarlem potrebbe farti cambiare opinione. Perché? Vi sono diversi buoni motivi... Innanzitutto Haarlem è una delle città più incantevoli d'Olanda. Le eleganti case lungo i canali, i ponti levatoi bianchi e la vivace piazza del mercato sono ragioni sufficienti per visitare questa città. In secondo luogo la strada che ospita il Museo Frans Hals è una vera festa per gli occhi. Le strette case di mattoni timpanate con le idilliache corti interne trasmettono una chiara immagine di come la gente viveva ad Haarlem secoli fa. Mi ci trasferirei anch'io. Inoltre il nome della strada parla da sé: quante persone oggi possono affermare di vivere in una strada chiamata 'Groot Heiligland', ovvero Grande Terra Santa? Qui percepisci subito di essere in un luogo speciale e privilegiato.

Continua

Forse l'idea di visitare un museo non ti attira, ma il Museo Frans Hals di Haarlem potrebbe farti cambiare opinione. Perché? Vi sono diversi buoni motivi...

Innanzitutto Haarlem è una delle città più incantevoli d'Olanda. Le eleganti case lungo i canali, i ponti levatoi bianchi e la vivace piazza del mercato sono ragioni sufficienti per visitare questa città. In secondo luogo la strada che ospita il Museo Frans Hals è una vera festa per gli occhi. Le strette case di mattoni timpanate con le idilliache corti interne trasmettono una chiara immagine di come la gente viveva ad Haarlem secoli fa. Mi ci trasferirei anch'io. Inoltre il nome della strada parla da sé: quante persone oggi possono affermare di vivere in una strada chiamata 'Groot Heiligland', ovvero Grande Terra Santa? Qui percepisci subito di essere in un luogo speciale e privilegiato.

Vecchietti in Terra Santa

Tornando a Frans Hals, il museo dedicato a questo grande artista non solo è situato in 'Groot Heiligland', ma è ricavato all'interno di un edificio storico del 17o secolo chiamato 'Oudemannehuis' (casa degli uomini anziani). Nel 17o e nel 18o secolo questo era infatti un ospizio per uomini anziani, che qui non vivevano poi tanto male. La verdeggiante corte interna era un luogo di incontro ideale per fumare la pipa, bere una birra (secondo le regole della casa non era consentito bere più di due birre al giorno) e scambiare quattro chiacchiere. Le donne erano ospitate in un edificio separato.

Inizialmente si pensava che anche Frans Hals avesse abitato presso l'ospizio per anziani negli anni della vecchiaia, dato che i monumentali ritratti maschili e femminili dei reggenti che decorano l'ospizio sono classificati tra le sue opere più famose. Ma in realtà egli non vi soggiornò. Era lo spirito dell'epoca che spingeva i pittori a ritrarre i personaggi ricchi e famosi della città, che ad Haarlem abbondavano.

Il pittore delle celebrità

Al Museo Frans Hals non sono esposti solo i ritratti monumentali dei reggenti, ossia dei cittadini facoltosi che gestivano l'ex ospizio e altri istituti, ma anche quelli di personaggi famosi del Secolo d'oro, che portò grande ricchezza e prosperità, in particolar modo ad Haarlem. Tra i dipinti più celebri di Frans Hals vi sono i ritratti di gruppo degli ufficiali della Gilda di Haarlem, anch'essi monumentali. In cinque dipinti Frans Hals ha immortalato 68 tra ufficiali e sottufficiali. Ognuno di questi uomini, che indossava abiti neri e collare elisabettiano, doveva pagare alcuni fiorini per essere incluso nel ritratto. In uno dei dipinti Frans Hals ha immortalato anche se stesso.

A Frans Hals quei soldi facevano comodo poiché, dovendo mantenere quattordici figli avuti da due mogli, era cronicamente in bolletta. La sua importanza come uno dei pittori più prestigiosi dell'Olanda, al pari di Rembrandt e Vermeer, venne riconosciuta solo dopo la sua morte. Era già conosciuto mentre era ancora in vita, ma era sempre al verde. Probabilmente non poteva permettersi le prelibatezze che venivano già servite negli ambienti dell'alta società del 17o secolo. I dipinti esposti al Museo Frans Hals trasmettono una chiara immagine delle condizioni di vita durante il Secolo d'oro: brocche in peltro, olive, formaggio Gouda stagionato, aringhe affumicate e ostriche. Uno stile di vita niente male per l'alta società di quell'epoca.

Pennellate audaci e stile incisivo

Grazie alle sue pennellate rapide e audaci, Frans Hals viene considerato come il primo 'artista moderno'. A differenza dei suoi contemporanei, che dipingevano in modo delicato e preciso, Frans Hals (1582-1666) usava uno stile spontaneo e vivace. Guardando i suoi dipinti, si ha l'impressione che le persone siano in movimento.

Questo stile pittorico straordinario si diffuse, e alcuni secoli dopo anche Claude Monet e Edouard Manet visitarono Haarlem per ammirare i dipinti di Frans Hals. Se persino i famosi pittori francesi già allora si recavano ad Haarlem, non vi sono scuse per non visitare il Museo Frans Hals quando ti trovi in questa città.

Indirizzo per i visitatori:
Frans Hals Museum, Groot Heiligland 62, Haarlem

Scopri di più sulla zona
Google map

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua