Theo van Doesburg

7 Visualizzazioni

Theo van Doesburg

Scopri il grandissimo impatto di questo artista olandese sull'arte, sull'architettura e sul design moderni.

Continua

Nato nella città olandese di Utrecht, Theo van Doesburg fondò il movimento artistico De Stijl, in stretta collaborazione coi colleghi Piet Mondrian e Bart van der Leck. La sua influenza sull'arte, sull'architettura e sul design moderni hanno lasciato profonde tracce in Olanda e all'estero. Scopri tutto sulla sua vita e su dove ammirare le sue opere.

  • Scopri la vita e l'opera di Theo van Doesburg.
  • Scopri come fondò l'influente rivista d'arte e il movimento De Stijl nel 1917, insieme a Piet Mondrian e Bart van der Leck.
  • Scopri dove poter ammirare attualmente la sua arte e la sua architettura.

La vita di Theo van Doesburg

Theo van Doesburg è il fondatore di De Stijl. Nato a Utrecht nel 1883, fu pittore, architetto e scrittore. Ma proprio come dimostrano le sue opere, la sua influenza si basa sulla promozione degli ideali del movimento De Stijl, vale a dire ottimismo, modernità e la scoperta della verità dell'espressione attraverso l'astrazione. Fu il fondatore della rivista d'arte De Stijl, pubblicata per la prima volta a Leida nel 1917, e vicino a Piet Mondrian e ad altri artisti di De Stijl. Il primo manifesto di De Stijl fu pubblicato in quattro lingue al fine di introdurre il movimento nella coscienza del mondo artistico internazionale.

Nel 1920, Van Doesburg incontrò la moglie Nelly, musicista e artista d'avanguardia, e insieme si trasferirono a Weimar per partecipare al movimento Bauhaus. Qui, Van Doesburg rimase sempre più affascinato da altri nuovi movimenti artistici, come il Dada e il Costruttivismo. Tuttavia, continuò a pubblicare la rivista come direttore unico fino all'ultimo numero nel 1928. Theo van Doesburg morì a Davos nel 1931.

Le opere di Theo van Doesburg

L'influenza di De Stijl di Van Doesburg ebbe inizio nella città frisona di Drachten, dove divenne amico dei fratelli Rinsema, il poeta Evert e il pittore Thijs, con cui iniziò a lavorare. Gli presentarono l'architetto Cees Rienks de Boer, che lavorava per il comune e attraverso cui Van Doesburg ottenne il suo primo grande incarico: l'ideazione di uno schema cromatico per 16 case. In conformità con l'uso dei colori primari tipico di De Stijl, l'allegro rione è conosciuto anche come 'quartiere pappagallo'. Van Doesburg creò inoltre vetrate colorate per un edificio scolastico, ora esposte presso il Museo Dr8888.

Van Doesburg fu fortemente influenzato anche da Leida, città che dipinse dalle finestre dei vari studi in cui lavorò. Tuttavia, sentiva che la sua vera vocazione era quella di diffondere gli ideali di De Stijl a livello internazionale e si trasferì inizialmente a Weimar, dove incontrò il pioniere del Bauhaus Walter Gropius e tenne conferenze su De Stijl, e in seguito a Parigi.

Dal 1925 in avanti, Van Doesburg cominciò a introdurre linee diagonali nei sui quadri. Fu una mossa che gli permise di distinguersi dagli altri artisti di De Stijl, in particolare da Mondrian, che rifiutava qualsiasi elemento obliquo nella sua arte.

Tuttavia, Van Doesburg ebbe sempre un grande interesse nella collaborazione con altri artisti. Con il giovane architetto Cor van Eesteren progettò la spettacolare 'Maison d'Artiste', che, benché mai costruita, ebbe un'enorme influenza sui design futuri. Collaborò con Georges Vantongerloo, Sophie Taeuber-Arp e Hans Arp al centro artistico e caffè Aubette a Strasburgo. Queste opere architettoniche rappresentano un'espressione del desiderio di Van Doesburg di inserire le persone all'interno dell'arte invece di posizionarle di fronte ad essa.

I luoghi di Theo van Doesburg?

La maggior parte delle opere e dell'influenza di Van Doesburg si trova in Olanda. Nella seconda metà del 2017, una delle case del 'quartiere pappagallo' di Drachten, la Van Doesburg-Rinsemahuis (Casa Van Doesburg-Rinsema), verrà aperta al pubblico, mentre le sue famose vetrate e il guazzo 'De Boogschutter' (L'arciere) verranno esposti al Museo Dr8888. In alternativa, potrai recarti nel centro di Leida nell'estate del 2017 per visitare la mostra a cielo aperto in cui viene esibito un prototipo della 'Maison d’Artiste’. Sia il Gemeentemuseum Den Haag (Museo municipale dell'Aia) che il Museo Kröller-Müller di Otterlo presenteranno diverse opere di Van Doesburg e ospiteranno varie mostre dedicate a De Stijl nel 2017 per celebrare il centenario del movimento. Desideriamo inoltre ricordare che il Kröller-Müller è anche la sede di un'immensa collezione di opere di Van Gogh.

Visita la Mondriaanhuis (Casa di Mondrian) ad Amersfoort e la Villa Mondriaan a Winterswijk per immergerti ancora più profondamente nei primi anni di Piet Mondrian, che lavorò in stretta collaborazione con Van Doesburg all'ideazione di De Stijl.

Suggerimento della redazione:

Scopri l'impatto di Theo van Doesburg nella città frisona di Drachten. Visita la casa museo nel cosiddetto 'quartiere pappagallo' e scopri tesori di arte moderna presso il Museo Dr8888.

Scopri di più sulla zona
Google map
Indirizzo: 
Museumplein 2
9203DD Drachten

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua

Da Mondrian al design olandese

Nel 2017, celebra il centenario di De Stijl. Ammira le iconiche opere d'arte di De Stijl ed esplora il Design olandese.

Continua