Un tempio dell'arte

Ulrike Grafberger, lunedì 15 aprile 2013, 422 Visualizzazioni

Un tempio dell'arte

Questo evento straordinario è ormai imminente: il 13 aprile 2013 il Rijksmuseum aprirà nuovamente i battenti. L'ultimo impegno ufficiale della Regina Beatrice sarà proprio la nuova inaugurazione del museo. Nella fase preparatoria prima del grande giorno, i media (e non solo quelli olandesi) pubblicano in continuazione lunghi articoli sul Rijksmuseum, la catena di supermercati Albert Heijn vende confezioni di latte e yogurt sulle quali sono raffigurati i capolavori esposti al Rijksmuseum, e il ritorno del celebre dipinto 'La Ronda di notte' di Rembrandt è stato trasmesso persino dalla televisione tedesca. Perché tanto rumore da parte dei media? Il Rijksmuseum non è un museo come un altro? Inequivocabilmente no.

Continua

Questo evento straordinario è ormai imminente: il 13 aprile 2013 il Rijksmuseum aprirà nuovamente i battenti. L'ultimo impegno ufficiale della Regina Beatrice sarà proprio la nuova inaugurazione del museo. Nella fase preparatoria prima del grande giorno, i media (e non solo quelli olandesi) pubblicano in continuazione lunghi articoli sul Rijksmuseum, la catena di supermercati Albert Heijn vende confezioni di latte e yogurt sulle quali sono raffigurati i capolavori esposti al Rijksmuseum, e il ritorno del celebre dipinto 'La Ronda di notte' di Rembrandt è stato trasmesso persino dalla televisione tedesca. Perché tanto rumore da parte dei media? Il Rijksmuseum non è un museo come un altro? Inequivocabilmente no.

Il Rijksmuseum è il più importante museo d'Olanda. In ben 800 sale sono esposte circa 8.000 opere d'arte appartenenti a 8 secoli distinti. Il Rijksmuseum offre una panoramica della storia olandese dal Medioevo fino al 20o secolo e riflette l'identità degli olandesi. Quindi il Rijksmuseum non è solo un'esperienza artistica, ma un viaggio nel tempo. Ho avuto l'opportunità di dare un'occhiata all'interno del nuovo Rijksmuseum insieme a 140 giornalisti provenienti da tutto il mondo. Che dire? Sono rimasta a bocca aperta.

Semplicemente travolgente

Il Rijksmuseum è impressionante non solo per i capolavori unici che possiede, ma anche per l'architettura dell'edificio, la cui ristrutturazione è durata dieci anni. Ma cosa è stato fatto durante dieci anni? Per capirlo è necessario esplorare la storia della costruzione.

L'architetto olandese Pierre Cuypers (1827 – 1921) consegnò il monumentale edificio museale alla Città di Amsterdam nel 1885. Tuttavia il risultato suscitò malcontento. Agli occhi dei protestanti olandesi, la costruzione era troppo pomposa, troppo cattolica e troppo stravagante. Secondo i liberali, l'edificio in stile neogotico era anacronistico. Pertanto le pareti colorate vennero imbiancate e le decorazioni dipinte dell'artista austriaco Georg Sturm furono rimosse, così da ottenere una certa sobrietà. Da allora, però, l'edificio è stato ricostruito sulla base di vecchie foto e disegni, così come lo aveva progettato Cuypers. Le decorazioni dipinte sono state accuratamente ricollocate nelle volte, e antichi affreschi che adornavano le pareti sono stati ripristinati. Anche il meraviglioso pavimento in terrazzo alla veneziana è stato restaurato ed è particolarmente impressionante nella hall di ingresso. Solo per restaurare questa piccola parte del museo sono stati necessari due anni interi.

Le due ampie corti interne sono state riportate allo stato originale; i pavimenti aggiunti nel corso degli anni sono stati rimossi per creare più spazio espositivo. Oggi il Rijksmuseum accoglie i visitatori in due vasti atrii inondati di luce, dai quali si accede alle singole sale espositive. In questo luogo non si finisce mai di rimanere incantati. Le pareti color grigio scuro e l'illuminazione straordinaria progettata da Philips specificamente per il Rijksmuseum valorizzano le opere d'arte in modo egregio. Le vetrine espositive dotate di vetri antiriflesso privi di bordi, poste lungo i lati, danno l'impressione di poter sfiorare gli oggetti con la mano.

La Galleria d'onore

La vera perla del Rijksmuseum, tuttavia, si trova al secondo piano. "Apri la porta, entri come se varcassi la soglia di una chiesa, ammiri le pareti laterali costellate di opere d'arte, ma il capolavoro si trova sulla parete di fronte, nel coro: La Ronda di notte", è la spiegazione che ho ricevuto dallo storico dell'arte che mi ha guidato attraverso il Rijksmuseum, paragonando questa stanza a una chiesa. In effetti lo scopo dell'intera sala è di mettere in risalto un'unica opera: La Ronda di notte. Questo dipinto, che misura 3,60 x 4,30 metri e raffigura ufficiali e guardie della milizia di Amsterdam, costituisce indubbiamente il clou del Rijksmuseum. La Galleria d'onore ospita inoltre noti dipinti del Secolo d'oro: La lattaia di Johannes Vermeer, La sposa ebrea di Rembrandt (Van Gogh era un grande amante di questo dipinto), L'allegro bevitore di Frans Hals e Il cigno minacciato di Jan Asselijn.

La Galleria d'onore è incentrata sui capolavori del Secolo d'oro. Analogamente altre sale, come ad esempio la sala dedicata ad Haarlem o quella dedicata ai canali di Amsterdam, riuniscono diverse espressioni artistiche: mobili, dipinti, porcellana, argenteria di una determinata epoca, tutto in un unico ambiente. Si tratta di un metodo espositivo completamente nuovo. "Non accedi semplicemente a una stanza, ma ad un intero secolo", spiega Jean-Michel Wilmotte, l'architetto responsabile dell'esposizione.

Tipicamente olandese

Il Rijksmuseum non è dunque solo un museo di arte olandese, ma è anche un museo di storia e di stile di vita olandese. Il Rijksmuseum è il museo più importante d'Olanda. "Ogni bambino olandese in età scolare dovrà ammirare La Ronda di notte", è il desiderio di Wim Pijbes, Direttore del museo. L'accesso al Rijksmuseum è pertanto gratuito per i bambini e per i giovani fino ai 18 anni.
Un altro aspetto, molto diverso e molto pratico, dimostra che si tratta di un museo tipicamente olandese: probabilmente il Rijksmuseum è l'unico museo del mondo attraversato da una normale pista ciclabile. La via Museumstraat passa in mezzo all'edificio, collegando Museumplein con il centro della città. L'Olanda è il paese dei ciclisti, e questi ultimi hanno mantenuto il diritto di precedenza persino nell'ambito della ricostruzione del museo.

Rijksmuseum Amsterdam, Museumstraat 1, Amsterdam
Orari di apertura: ogni giorno dalle 9.00 alle 17.00
Prezzo: adulti dai 19 anni in su 15 euro
È possibile acquistare i biglietti anche online.

Scopri di più sulla zona
Google map

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua