Il fascino del bar dell'hotel

Marloes Tervoort, venerdì 13 giugno 2014

Quando faccio shopping mi piace entrare in un hotel, per il gusto di sentirmi come una turista nella mia città. Provare la sensazione di libertà di un viaggiatore in terra straniera mi fa uscire dalla routine della vita quotidiana. Sembra che non capiti solo a me, data la crescente popolarità dei bar degli alberghi che, fortunatamente, non sono più appannaggio dei soli clienti.

Uno dei primi bar di albergo che frequentavo regolarmente ad Amsterdam era quello dell'Hotel Arena. Questo era inizialmente un albergo economico e pertanto era pieno di giovani turisti stranieri. Oltre a un bar, l'Hotel Arena aveva una discoteca che divenne incredibilmente popolare alla fine degli anni '90. Questo non giovò all'atmosfera, poiché sempre più spesso venivano organizzate feste di addio al celibato e al nubilato, niente affatto divertenti.

Ma oggi le città olandesi vantano numerosi bar di alberghi attraenti e dal fascino internazionale. Ad Amsterdam vi sono bar caratterizzati da un'atmosfera affascinante (The College Hotel) e da una raffinatezza cosmopolita (The Dylan), ma il vincitore assoluto della capitale è il Tunes Bar presso il Conservatorium Hotel, inaugurato nel 2012. Esternamente un tipico edificio olandese, l'interno è stato decorato dall'architetto italiano Piero Lissoni in modo da creare un ambiente sorprendentemente elegante e accogliente. Da quando Madonna e Lady Gaga hanno soggiornato al Conservatorium Hotel la popolarità di questo albergo è salita alle stelle.

L'ultima novità di Amsterdam è il bar dell'hotel Andaz, progettato e arredato da Marcel Wanders, orgoglio del design olandese. Il bar ha aperto da poco, quindi deve ancora acquisire notorietà, ma questo non sarà un problema grazie alla posizione sul Prinsengracht, a pochi passi dal centro e dal quartiere Jordaan.

Naturalmente vi è un'ampia scelta anche fuori Amsterdam. Nel 2012 l'Hotel Modez ha inaugurato il caffè Caspar ad Arnhem, città della moda. All'Aia clienti abituali e uomini d'affari stranieri si mescolano al Des Indes, mentre da non perdere a Rotterdam è l'Hotel New York. Non è certo il bar più appariscente, ma è un luogo fantastico per sedersi e stare a guardare.

Nel frattempo le cose sono migliorate anche per l'Hotel Arena. Dopo una radicale ristrutturazione, nel 2002 ha riaperto rivolgendosi a una fascia di pubblico più alta. Il club ToNight ricavato all'interno dell'antica cappella è al massimo dello splendore. Potrebbe essere il luogo adatto per organizzare l'addio al celibato...

Hotel Arena, 's Gravesandestraat 51, Amsterdam
The College Hotel, Roelof Hartstraat 1, Amsterdam
The Dylan, Keizersgracht 384, Amsterdam
Conservatorium Hotel, Van Baerlestraat 27, Amsterdam
Hotel Andaz, Prinsengracht 587, Amsterdam
Hotel Modez, Elly Lamakerplantsoen 4 (Putstraat 1A), Arnhem
Hotel Des Indes, Lange Voorhout 54-56, L'Aia
Hotel New York, Koninginnenhoofd 1, Rotterdam