Percorso della liberazione

'Liberation Route Europe' è un itinerario che si snoda attraverso otto paesi, toccando siti commemorativi della Seconda guerra mondiale. Partendo dall'Inghilterra meridionale si arriva in Olanda passando per Francia, Lussemburgo e Belgio. Da qui è possibile proseguire l'itinerario attraverso la Germania e la Polonia, oppure in direzione dell'Italia. Lungo il percorso potrai visitare diversi musei, luoghi della memoria, monumenti e cimiteri di guerra. Inoltre potrai ascoltare racconti sulla Seconda guerra mondiale mediante un'app o presso i 'luoghi di ascolto'.

Siti storici lungo il Percorso della memoria

La "Liberation Route" attraverso l'Europa

Segui la Liberation Route e scopri storie personali, momenti chiave e luoghi importanti legati alla liberazione dell'Europa verso la fine della seconda guerra mondiale. Questo progetto di portata internazionale rende omaggio a un periodo cruciale della storia europea recente, caratterizzato dalle azioni e dagli sforzi militari che portarono alla risoluzione del secondo conflitto mondiale. È il racconto della liberazione che ebbe inizio con lo sbarco in Normandia avvenuto il 6 giugno 1944, il cosiddetto D-Day, e proseguì attraverso il continente con le truppe alleate che, dopo avere lasciato le coste francesi, costrinsero le forze dell'Asse ad arretrare e liberarono la Francia, il Belgio e l'Olanda. Oltre a toccare siti storici in Olanda, Francia, Lussemburgo, Belgio e Inghilterra, la Liberation Route si estende anche in Germania, Polonia e Italia.

La "Liberation Route" in Olanda

Scopri in che modo la liberazione dell'Olanda ebbe inizio nel Limburg, la prima provincia olandese ad essere raggiunta dalle forze alleate. Più a nord le province del Brabante Settentrionale e del Gelderland furono teatro di pesanti combattimenti durante l'Operazione Market Garden, una delle più grandi operazioni militari combinate (aerea e terrestre) della guerra, e l'offensiva della Renania. Le città olandesi di Eindhoven, Nijmegen e Arnhem svolsero un ruolo assolutamente cruciale in queste attività, volte ad aprire un varco importante verso la Germania. La battaglia di Arnhem si rivelò il più grande fallimento dell'impresa e causò gravissime perdite di vite umane. A ovest, nella provincia della Zelanda, le forze alleate lottarono per liberare il porto di Anversa durante la battaglia della Schelda. Scarica la app della Liberation Route o visita il sito web dedicato al progetto per ascoltare clip audio e apprendere storie personali sul 'ponte troppo lontano' di Arnhem, i paracadutisti di Eindhoven, le popolazioni Sinti e Rom di Beek e gli atterraggi nella Zelanda.

Rievocazione e commemorazione

La rievocazione e la commemorazione delle azioni compiute durante la guerra occupano un posto di rilievo nella cultura olandese. In Olanda ogni anno il 4 maggio si celebra la Commemorazione dei Caduti in guerra con eventi ufficiali, mentre il 5 maggio si festeggia l'Anniversario della Liberazione, con l'esaltazione della libertà in tutte le sue forme. Altri eventi commemorano inoltre l'Operazione Market Garden e la battaglia della Schelda, rispettivamente in settembre e in ottobre. Approfondisci la conoscenza delle attività che hanno portato alla liberazione dell'Olanda visitando alcuni dei principali musei della guerra nel Gelderland e nel Limburg o nella Zelanda e nel Brabante. Vi sono molti modi per capire l'impatto esercitato dalla seconda guerra mondiale, ad esempio osservando gli articoli e i mezzi militari esposti presso l'immenso Museo bellico di Overloon o visitando i tranquilli ambienti commemorativi del monumento nazionale Kamp Vught. Anche i cimiteri di guerra e i monumenti ai caduti che sorgono in Olanda sono luoghi toccanti per rendere omaggio a tutte le persone che hanno perso la vita durante il conflitto, a prescindere dalla loro nazionalità.

 

Guarda il video: Liberation Route Europe