Fantascienza: un viaggio nell'ignoto

10 aprile 2019

È stata inaugurata il 16 marzo, presso la Kunsthal di Rotterdam, la mostra "Fantascienza: un viaggio nell'ignoto", panoramica affascinante e approfondita di oltre cento anni di fantascienza, in collaborazione con il Barbican Centre di Londra. Il genere creativo della fantascienza ha generato un incredibile numero di film e di opere musicali, di romanzi e di opere d’arte di assoluto valore, in tutto il mondo. Più di 850 oggetti unici mostrano il frutto dell’immaginazione e dell’inventiva della mente umana, quando supera le barriere del tempo e dello spazio. Uno spettacolo imperdibile per gli appassionati di questo genere e per tutti coloro che amano l’universo nel quale fantasia e realtà si fondono.

La mostra comprende più di cinquanta film e clip TV dai momenti più memorabili dei film di fantascienza, incluso materiale inedito.  Ci sono anche libri - tra cui manoscritti rari -, riviste pulp, fumetti, pubblicità e cartoline. In più, installazioni video e oggetti di scena, maschere e modelli da film che hanno segnato la storia del cinema. Solo alcuni esempi: l'elmo da guerriero di Darth Vader, la tuta spaziale del dottor Spock, le maschere del film Godzilla, la lanterna magica de Il giro del mondo in ottanta giorni di Jules Verne e l'uovo di dinosauro di Jurassic Park. È possibile immergersi in un'installazione multischermo all’interno di un episodio della serie di successo di Netflix Black Mirror, appositamente adattata per la mostra.

Viaggia attraverso quattro temi

La mostra "Science Fiction" spazia sulle regioni sconosciute del nostro pianeta in Extraordinary Voyages, l'universo infinito in Space Odysseys, l'emergere di mondi utopici o distopici in Brave New Worlds e il mondo della tecnologia in Final Frontiers.

1. Viaggi straordinari

La prima sezione della mostra porta i visitatori nei recessi remoti, profondi e oscuri del Pianeta Terra. Il tema getta luce sul fascino umano delle regioni sconosciute e inaccessibili del nostro pianeta - isole misteriose, mondi e viaggi perduti nel profondo del mare e nell'aria - dove sono nate le storie di fantascienza.

La sezione include:

  • Modelli di dinosauri dei film di Ray Harryhausen;
  • La serie di Dinotopia di James Gurney;
  • Modelli originali e oggetti di scena di film come Godzilla e Jurassic Park;
  • Manoscritti originali e disegni di Jules Verne;
  • Alcune delle opere più influenti della letteratura, come New Atlantis di Francis Bacon, Robinson Crusoe di Daniel Defoe, Herland di Gilman di Charlotte Perkins, Utopia di Thomas More, Gulliver's Travels di Gulliver e Tarzan e The Lost Empire di Edgar Rice Burrough;
  • Clip da 20.000 leghe sotto i mari, Viaggio al centro della Terra, Thunderbirds e molti altri film.

2. Odissea nello spazio

Space Odysseys - la più grande sezione della mostra - copre ciò che è considerata l'Età d'Oro della fantascienza. Questa sezione esplora le storie più comunemente associate alla fantascienza: il cosmo, i viaggi spaziali e gli incontri con gli alieni.

3. Brave New Worlds

Brave New Worlds introduce i visitatori alle tante società immaginarie che l'umanità ha creato per sé: mondi che ci spaventano e affascinano allo stesso tempo, città future con giganteschi grattacieli, enormi reti di trasporto sotterranee e iper-organizzati mondi distopici, compresi disastri, guerre e l’immancabile fine del mondo.

4. Final Frontiers

L'ultima sezione si concentra sul futuro della tecnologia e il nostro posto nell'universo. Viviamo in un momento in cui i confini della scienza e della tecnologia vengono spinti sempre più in là. Cosa significa questo per le nostre vite? Final Frontiers esplora l'intelligenza artificiale, l'identità, la trasformazione e la mutazione del nostro corpo - insieme a cyborg, cloni e robot - e descrive i viaggi nel tempo e nello spazio, verso mondi paralleli e nuove dimensioni.