Il parco nazionale “De Biesbosch”

113 Visualizzazioni

10 aprile 2017

Il parco nazionale “De Biesbosch”: un grande bacino d’acqua dolce

Nell’elenco degli ambienti acquatici davvero particolari presenti in Olanda, non poteva certo mancare il parco nazionale De Biesbosch.

Continua

Nell’elenco degli ambienti acquatici davvero particolari presenti in Olanda, non poteva certo mancare il parco nazionale De Biesbosch. Questo idilliaco bacino d’acqua dolce, caratterizzato da fenomeni di marea – grande quasi 100 chilometri quadrati e a breve distanza dai mulini della Kinderdijk e da Dordrecht, la città più antica dell’Olanda – oggi viene sfruttato per varie attività ricreative, ed è un’area naturale unica nel suo genere in Europa.

Il parco “De Biesbosch”: la bellezza allo stato puro.

Il parco nazionale De Biesbosch riassume la storia comune tra l’Olanda e l’acqua. Una storia di inondazioni e bonifiche, di mulini e idrovore, di dragatori e di costruttori navali. Il parco è testimone dell’eterno spostamento dei confini tra terra e acqua e di come gli olandesi hanno influenzato questo processo fino a creare una regione unica e ricca di possibilità.

Così, oggigiorno, De Biesbosch è diventato un parco molto apprezzato dagli amanti della natura. Ideale per escursioni a piedi, in bicicletta o in canoa tra un labirinto di fiumi e ruscelli con acque cristalline. Inoltre, per gli appassionati di birdwatching, è possibile osservare molte varietà di uccelli acquatici che vengono qui a nutrirsi.

Alla scoperta del parco De Biesbosch, la zona dei mulini di Kinderdijk e la città di Dordrecht in bicicletta.

Gli amanti della natura che visitano l’Olanda non possono farsi mancare una gita al parco De Biesbosch. Luogo fantastico per andare in bicicletta tra un labirinto di fiumi, bacini d’acqua, ruscelli dal corso frastagliato e splendidi borghi secolari disseminati sul cammino. Per chi ha voglia di pedalare un po’ più a lungo, è d’obbligo visitare Kinderdijk con i suoi numerosi mulini, oppure Dordrecht, la città più antica d’Olanda.

In barca nel silenzio della natura

Per vivere al meglio la natura aspra e umida del parco De Biesbosch, è possibile noleggiare canoe oppure i tipici barconi aperti (le cosiddette “fluisterbooten”). Inoltre, è possibile optare per la fluisterboot elettrica, appositamente progettata per navigare tra le piccole e poco profonde insenature del parco De Biesbosch.

Pernottamenti nella natura.

Chi desidera soggiornare per più giorni nel parco De Biesbosch può optare per un’esclusiva ecolodge. Cosa c’è di meglio che dormire comodamente per poi svegliarsi con una splendida vista sul parco De Biesbosch.

Un po’ di storia

Questa zona d’acqua dolce, situata in parte sull’isola di Dordrecht, ha già visto insediarsi intorno all’anno 1000 diverse comunità stanziali tra i fiumi Merwede e Mosa che scorrevano verso il mare. Quando nel 1421, durante l’inondazione di Santa Elisabetta, si ruppero le dighe, la zona dell’Hollandse Waard fu inondata di acqua salata. Un anno più tardi si ruppe la diga di Sleeuwijk, che provocò l’afflusso nella zona di una grande quantità di acqua fluviale. Fu così che nacque la zona di marea con acqua dolce di De Biesbosch che oggigiorno possiamo ammirare.

www.np-debiesbosch.nl