Il pittoresco villaggio di Zoutkamp

11 aprile 2018

Casette in legno colorate a cornice del vecchio porticciolo per la pesca: ecco come si presenta il villaggio di Zoutkamp nel nord-ovest della provincia settentrionale di Groningen. Una di queste coloratissime case ospita ancora l’affumicatoio artigianale per la lavorazione dell’anguilla, una delle delizie culinarie della regione.

Zoutkamp è uno dei villaggi più pittoreschi che ancora esistono in Olanda memore del grande porto di pesca che possedeva fino al 1960. In quella data il vicino Mare di Lauwers fu chiuso e il villaggio perse la sua posizione strategica ma certamente non la sua atmosfera unica. La zona dell’ex mare ora divenuto lago, il Lauwersmeer appunto, si è trasformata in un Parco Nazionale un’attrazione unica per gli amanti della natura e per chi ama pedalare in uno scenario che riserva mille sorprese. Zoutkamp nella parte nord-occidentale della provincia di Groninga, proprio al confine con la provincia della Frisia non ha perso l'aspetto di un tradizionale villaggio di pescatori grazie alle monumentali chiuse e al vecchio porticciolo interno ancora in funzione.

Zoutkamp ha un ricco passato che si è trasformato oggi in un’affascinante atmosfera: nato in una posizione strategica nel punto in cui il fiume Reitdiep sfociava nel Mare di Lauwer, fino al completamento del canale di Ems nel 1876, Zoutkamp rappresentava l'unico accesso alla città di Groninga provenendo dal mare, ora è invece una delle più interessanti attrazioni turistiche del nord del paese, ideale per chi cerca angoli autentici e vuole risposarsi da una pedalata lungo la Reitdiepkade e rifocillarsi in uno dei ristoranti del paesino.

FISCHERYMUSEUM Il Museo della Pesca a Zoutkamp

Il Museo della Pesca si trova nel capannone dove venivano un tempo immagazzinate e riparate le boe. La gru sulla banchina e le vecchie rotaie sono ancora presenti lì e fanno parte ora del museo. La prima sala del museo è spazio espositivo permanente dove si trova anche il Tön 2, una nave da pesca completa di tutti gli arredi. Nella sala viene raccontata come veniva praticata la pesca negli anni '60 e '70 grazie anche ad una collezione permanente di modelli di nave, attrezzatura da pesca, attrezzi e motori nautici, attrezzature di trasmissione e la ricostruzione di un’intera timoneria.

DOVE ALLOGGIARE

Oltre ai tre campeggi di Zoutkamp, -De Rousant, t 'Ol Gat e Robersum- si trovano anche due porti -quello turistico dell’Hunzegat e quello interno del Reitdiepskade- mentre le navi più grandi possono ormeggiare nel porto esterno presso il Korte o il Lange Hoofd. Vicino al museo si trova la vecchia casa del casellante del traghetto, che oggi viene affittata come casa per le vacanze. Altri indirizzi di B&Bsi possono trovare nei vicini paesi di Vierhuizen e Ulrum.

DOVE MANGIARE

Diversi sono i ristoranti a Zoutkamp come per esempio Boeter e ZK 86/Deurenloods sul porticciolo interno oppure il ristorante de Oude Sluis. Per la tipica anguilla o una frittura di pesce il ristorante migliore è Eel Smokehouse, proprio sulla banchina del Reitdiepskade.

IN BICICLETTA

Zoutkamp è un paradiso per i ciclisti che possono cimentarsi nel Rondje De Marne, un percorso di 36 km -anche divisibile in due, il modo ideale per scoprire gli angoli incontaminati della regione.