Una mostra dedicata a Maurits Escher

15 marzo 2018

Dal 28 aprile 2018 il Museo della Frisia presenta una mostra dedicata all’artista e grafico olandese Maurits Escher. Circa 80 stampe originali arriveranno a Leeuwarden, la città natale di Escher, capitale europea della cultura 2018. La mostra, che illustra la sua carriera da graphic designer tecnicamente esperto ad artista di fama mondiale, può essere visitata fino al 28 ottobre 2018.

“Il viaggio di Escher” rende onore all’unicità di Maurits Escher come artista visuale. I luoghi in cui visse giocarono un ruolo importante nella sua arte: dai bui Paesi Bassi degli anni '10 al sole e alle montagne del Mediterraneo. Sulla base di circa 80 opere originali, integrate da lettere, disegni, fotografie e oggetti personali, i visitatori ripercorrono le orme del percorso di Escher. L'innovativo design della mostra esalta l’esperienza della sua vita e del suo lavoro.

Maurits Cornelis Escher è nato nel 1898 nella città di Leeuwarden, nel luogo dove oggi si trova il Museo nazionale della ceramica “Princessehof”. Come giovane artista, Escher andò in Italia, dove trascorse i suoi anni più felici. Una serie di stampe di villaggi italiani e le sue rappresentazioni di Roma di notte dimostrano che sotto l'influenza del paesaggio italiano ha sperimentato prospettive sorprendenti e immagini originali. Tornato in Olanda, ha convertito tutte queste esperienze e impressioni in complesse immagini matematiche e i cosiddetti “mondi impossibili”. Un panorama montano italiano può essere visto sullo sfondo nel famoso Belvedere, e la città portuale di Atrani è trattata in Metamorphosis II. Naturalmente, le iconiche tassellature, le metamorfosi, le prospettive e le impossibilità di Escher saranno presenti nella mostra. I suoi pezzi migliori sono molto più che lavori di grafica; sono montaggi di elementi di epoche diverse nella sua vita ricca e complessa.

Per questa mostra il Fries Museum lavora a stretto contatto con la Fondazione “Maurits Escher Stichting Baarn”, il Gemeentemuseum Den Haag (Escher in the Palace), il Rijksmuseum Amsterdam e il cineasta Robin Lutz. XPEX Amsterdam ha progettato e realizzato la mostra.

Nel 2018, la città di Leeuwarden sarà trasformata in un paese delle meraviglie di Escher. Oltre alla mostra di Escher il museo presenta la mostra Phantom Limb: “Art beyond Escher”, con impressionanti installazioni di artisti contemporanei nazionali e internazionali. Queste installazioni ingannano gli spettatori e li portano in un mondo in cui nulla è ciò che sembra. L'osservazione oggettiva della realtà è messa in discussione, proprio come Escher ha fatto con il suo lavoro. Inoltre, col progetto “Planet Escher” il Museo sta organizzando progetti in Frisia  durante tutto l'anno, riunendo vari gruppi all'interno della comunità, con Escher come fattore vincolante.

Per maggiori informazioni: https://www.friesmuseum.nl/en/