© Liberation Route Europe

Segui le tracce dei liberatori polacchi

32 di 36 visitatori ritengono utili queste informazioni.
Indirizzo:
Kerkstraat 27
6665CE Driel

È il 29 ottobre 1944 e gli abitanti di Breda esultano di gioia. Dopo anni di occupazione da parte della Germania nazista, la città è finalmente libera. Chi sono i liberatori? Si tratta della 1a Divisione corazzata polacca guidata dal generale Maczek. Che la liberazione dell'Olanda abbia visto il coinvolgimento di truppe britanniche, americane e canadesi è risaputo, ma l'importante ruolo che le truppe polacche hanno svolto in queste terre verso la fine della Seconda guerra mondiale è un fatto meno noto.

© Liberation Route Europe
  • Segui le tracce dei liberatori polacchi attraverso l'Olanda.
  • Osserva l'importante ruolo svolto dalle truppe polacche durante l'Operazione Market Garden.
  • Scopri lo straordinario legame tra gli abitanti di Breda e i liberatori polacchi.

Liberatori polacchi in Olanda

È una storia singolare quella che si cela dietro la presenza delle truppe polacche in Olanda verso la fine della Seconda guerra mondiale. Sebbene la Polonia sia occupata dalla Germania nazista, molti polacchi sono pronti a combattere per la libertà. Nel 1942 viene costituita in Gran Bretagna la 1a Divisione corazzata polacca formata da figli di emigranti, gente scampata ai campi di lavoro, prigionieri di guerra in fuga e militari riusciti a scappare dopo la caduta della Polonia. Nell'agosto del 1944 i polacchi scendono in battaglia. La 1a Divisione corazzata polacca combatte in Normandia e si dirige quindi verso l'Olanda passando per il Belgio. Qui la divisione viene coinvolta nella battaglia della Schelda e, verso la fine del 1944, è impegnata in un violento scontro presso Kapelsche Veer, nel Brabante Occidentale, con ingenti perdite di vite umane. Non si tratta dell'unica armata polacca che combatte in Olanda: anche la 1a Brigata paracadutisti indipendente polacca sbarca in Olanda durante l'Operazione Market Garden.

La liberazione di Breda

Quando liberano Breda dagli occupanti tedeschi, il 29 ottobre 1944, i soldati della 1a Divisione corazzata polacca vengono acclamati con giubilo dalla popolazione. Dopo anni di dominazione nazista, gli abitanti di Breda accolgono i liberatori a braccia aperte e affiggono alle vetrine dei negozi biglietti con la scritta "Grazie polacchi" in lingua polacca. La riconoscenza degli abitanti di Breda è percepibile ancora oggi e, passeggiando per la città, è possibile notare le tracce lasciate dai liberatori polacchi.

Una di queste è il carro armato tedesco Panther nel Wilhelminapark, conquistato dalla 1a Divisione corazzata polacca che ne fece dono alla popolazione di Breda nel 1945. Il carro armato simboleggia il legame speciale tra i polacchi e la città di Breda.

Breda non è stata l'unica città liberata dagli uomini della 1a Divisione corazzata che, attraverso la Germania, giunsero fino a Groninga Est, liberando altre città lungo il cammino. A Emmen e Made sorgono monumenti in onore dei militari polacchi che combatterono coraggiosamente per liberare l'Olanda.

© Liberation Route Europe

Paracadutisti polacchi durante l'Operazione Market Garden

Il 21 settembre 1944, su ordine del generale Stanisław Sosabowski, i soldati della 1a Brigata paracadutisti indipendente polacca vengono lanciati su Driel con l'incarico di dare man forte alla 1a Divisione aviotrasportata britannica stanziata a nord del fiume Reno.

La missione subisce diversi intoppi. A causa delle condizioni atmosferiche avverse, il lancio viene sospeso. Una parte degli aerei che trasporta 500 paracadutisti polacchi rientra alla base. Alcuni aerei, che non ricevono comunicazione dell'annullamento del lancio, proseguono la loro missione nei cieli olandesi e vengono colpiti dall'artiglieria contraerea tedesca, riuscendo comunque a lanciare i soldati polacchi. Per colmo di sventura, il traghetto che doveva servire per attraversare il Reno presso Driel risulta distrutto. Nei giorni seguenti una parte delle truppe polacche, sotto l'intenso fuoco nemico, riesce ad attraversare il fiume su piccoli gommoni. I soldati che raggiungono l'altra sponda appoggiano le truppe britanniche ormai esauste nei pressi di Oosterbeek, ma la situazione si rivela presto insostenibile e, nella notte tra il 25 e il 26 settembre, le truppe britanniche e polacche si ritirano da Oosterbeek riattraversando il Reno.

Nonostante il valoroso intervento delle sue truppe, il generale polacco Sosabowski viene ingiustamente additato dagli alleati come capro espiatorio per il fallimento dell'Operazione Market Garden, ricevendo il meritato riconoscimento solo dopo la sua morte. Tra i soldati polacchi si contano più di cento vittime. A Driel, nella piazza Polenplein, sorge il Monumento Nazionale a memoria dei caduti. Presso il centro informativo De Polen van Driel è possibile approfondire la conoscenza degli uomini che, incuranti delle avversità, continuarono a lottare con immenso coraggio.

Il più grande cimitero polacco in Olanda

Sono più di 160 i soldati della 1a Divisione corazzata polacca e della 1a Brigata paracadutisti indipendente polacca che riposano per sempre presso il Pools Militair Ereveld (Ettensebaan 30, Breda), il più grande cimitero polacco esistente in Olanda. Qui giace anche il generale Stanisław Maczek, comandante della 1a Divisione corazzata, morto nel 1994 all'età di 102 anni. Il suo ultimo desiderio era proprio quello di essere sepolto accanto ai suoi uomini.

Percorso della liberazione

Vieni a scoprire questo storico Percorso della Memoria che collega le tappe più salienti dell'avanzata degli Alleati.

Maggiori Percorso della liberazione

© Liberation Route Europe
Musei

Memoriale Generale Maczek e cimitero militare polacco di Breda

Il Memoriale è in costruzione e, una volta completato, ospiterà un centro commemorativo con annesso museo. Sarà dedicato agli uomini e alle donne coraggiosi della 1ª Divisione corazzata polacca guidata dal generale Maczek. Il più grande cimitero di guerra polacco tra quelli presenti in Olanda è il cimitero militare di Breda, dove riposano 161 soldati polacchi.

© Stichting Driel-Polen

Centro informativo De Polen van Driel

Nel centro informativo intitolato ai polacchi di Driel, puoi approfondire la conoscenza del generale Sosabowski e le imprese della 1ª Brigata paracadutisti indipendente polacca presso il villaggio di Driel durante la battaglia di Arnhem.

Musei

Museo della Guerra Gdynia

Il Museo della Guerra Gdynia è interamente dedicato alla battaglia della Schelda, con particolare attenzione alle imprese eroiche compiute dai liberatori polacchi in tale contesto.

Musei

Museo Ergens in Nederland 1939-1945

Scopri le storie che si celano dietro gli oggetti straordinari risalenti alla seconda guerra mondiale, esposti presso il Museo Ergens in Nederland 1939-1945. La collezione è incentrata prevalentemente sugli eventi che hanno interessato l'Olanda Settentrionale.