La Haarlem di Frans Hals nel Secolo d'oro

17 Visualizzazioni

La Haarlem di Frans Hals nel Secolo d'oro

Immergiti nel Secolo d'oro e scopri l'arte e le persone che hanno forgiato Haarlem 400 anni fa.

Continua

Dall'epoca gloriosa del 1600 fino ai giorni nostri, la città di Haarlem ha sempre esercitato un fascino speciale sui nuovi venuti. Mentre oggi i visitatori sono attratti dalla vasta scelta di musei, gallerie, sale da concerto, monumenti, ristoranti, negozi e festival, nel 1600 la città subiva l'influsso di artisti, mercanti e commercianti che si riversavano a Haarlem triplicandone la popolazione e conferendo alla città una posizione centrale nella cornice del Secolo d'oro.

  • Ammira le opere del pittore del Secolo d'oro Frans Hals, attivo a Haarlem, nel museo a lui dedicato.
  • Segui le tracce di Frans Hals attraverso l'architettura del Rinascimento olandese a Haarlem.
  • Scopri perché Haarlem divenne un importante centro artistico del Seicento.

La Haarlem del Secolo d'oro

Nella Haarlem del 1600 un bulbo di tulipano poteva essere venduto al prezzo di una casa affacciata sui canali e la città si espandeva sulla spinta del commercio internazionale. L'immensa prosperità di Haarlem e il crescente numero di cittadini benestanti, appartenenti alla classe dei nuovi ricchi, crearono una forte domanda di opere d'arte. Il Seicento vide la nascita di una fiorente comunità artistica in città, accresciuta da artisti fiamminghi provenienti dalla regione meridionale dei Paesi Bassi (l'attuale Belgio). Inizialmente in fuga dall'invasione spagnola e dal declino economico, i nuovi venuti si stabilirono in modo permanente a Haarlem dove, colpiti dalla bellezza della città, cominciarono a produrre alcune delle opere d'arte più innovative e iconiche del Secolo d'oro. Il desiderio degli artisti di riflettere la bellezza dei luoghi innalzò l'arte olandese a livelli mai visti prima.

Frans Hals a Haarlem

Tra questi artisti spicca Frans Hals, originario di Anversa e figlio di immigrati fiamminghi che si trasferirono a Haarlem nel 1584. Cresciuto a Haarlem, allievo dell'artista fiammingo Karel van Mander, Hals era destinato a diventare uno dei pittori più preminenti del Secolo d'oro, noto soprattutto per i suoi ritratti di cittadini di Haarlem e per i realistici ritratti di gruppo, molti dei quali sono attualmente esposti al Museo Frans Hals. Le pennellate disinvolte e l'approccio disinibito al realismo gli consentirono di immortalare personaggi e momenti particolari con un'intimità e un'intuizione che resero il suo stile unico e innovativo rispetto ai suoi predecessori. Frans Hals visse a Haarlem fino al 1666, quando si spense alla veneranda età di 83 anni. Venne sepolto nell'imponente Chiesa di San Bavone, che troneggia in piazza Grote Markt, dove la sua tomba è tuttora visitabile.

La nascita di nuovi stili pittorici a Haarlem

Tra i colleghi contemporanei di Frans Hals attivi a Haarlem nel Secolo d'oro troviamo Johannes Verspronck, Jacob van Ruisdael e Willem Pieterszoon Buytewech. In quel periodo gli artisti di Haarlem iniziarono a osservare il mondo in modi nuovi e svilupparono stili di pittura che avrebbero rivoluzionato il mondo dell'arte, conferendo all'Olanda una posizione di assoluto rilievo nel campo delle tecniche pittoriche del Seicento. Hals e i suoi colleghi di Haarlem furono i promotori di importanti innovazioni artistiche. Mentre lo stesso Hals acquisiva notorietà con i suoi vividi ritratti, Jacob van Ruisdael modernizzava il mondo dell’arte con emozionanti riproduzioni dei paesaggi della regione, Pieter Claesz e Willem Claeszoon Heda diventavano i nuovi maestri della natura morta, Porcellis reinventava il paesaggio marino e Pieter Saenredam si distingueva per le particolari decorazioni degli interni delle chiese, un genere fino ad allora sconosciuto.

Rivivi il Secolo d'oro a Haarlem

Esplorando Haarlem si ha la sensazione di entrare in un dipinto del Secolo d'oro. Gran parte della maestosa architettura della città è attribuibile all'architetto del Rinascimento olandese Lieven de Key e ai suoi seguaci. Nominato architetto ufficiale della città nel 1592, De Key ricevette l'incarico di ricostruire ampie porzioni di Haarlem che erano andate distrutte in un grave incendio nel 1576. L'impronta di De Key è visibile in tutto il centro cittadino. Alcune delle opere più note da lui realizzate sono il distintivo 'Vleeshal' affacciato sulla piazza Grote Markt, 'De Waag' (l'antica pesa pubblica), porzioni del Municipio e, presumibilmente, la splendida facciata dell'ingresso principale del Museo Frans Hals. In questo museo puoi approfondire la conoscenza di Haarlem ai tempi di Hals attraverso la ricca collezione di ritratti seicenteschi realizzati dall'artista e dai suoi contemporanei. Oggi Haarlem è resa particolarmente affascinante dal fatto che la storia e l'architettura del Secolo d'oro sono entrate a far parte della vita di tutti i giorni. Rivivi e assapora la storia di Haarlem passeggiando per la città alla scoperta di eleganti boutique, nuove esperienze culinarie ed eventi culturali di altissimo livello.

Acquista il biglietto

Il Museo Frans Hals è aperto dal lunedì al sabato dalle 11.00 alle 17.00 e la domenica dalle 12.00 alle 17.00. Prenota i biglietti online.

Selezionati per te: Mentre sei a Haarlem, visita l'interessante Teylers Museum inaugurato nel Settecento. Questo museo illustra le idee e le innovazioni dell'Illuminismo, unitamente a opere d'arte ed elementi di storia naturale e di scienza legati alla città.

Il Secolo d'oro olandese

Visita le città protagoniste del Secolo d'oro olandese e scopri l'evoluzione artistica del paese.

Continua
Scopri di più sulla zona
La Haarlem di Frans Hals nel Secolo d'oro
Indirizzo: 
Groot Heiligland 62
2011ES Haarlem
Visita il sito web
Orari e biglietti