Il Groninger Museum dedica una mostra a MAARTEN BAAS

56 Visualizzazioni

13 marzo 2017

Il Groninger Museum dedica una mostra a MAARTEN BAAS

GRONINGEN – Il Groninger Museum, uno dei più importanti musei in Olanda, ospiterà la prima e più importante retrospettiva dedicata a MAARTEN BAAS. Hide & Seek, aperta fino al 24 settembre, omaggia l’opera di uno degli artisti olandesi più conosciuti e rispettati. La mostra fa conoscere i molteplici volti di un uomo che rappresenta il cardine del mondo dell’arte e del design da 15 anni.

Continua

GRONINGEN –  Il Groninger Museum, uno dei più importanti musei in Olanda, ospiterà la prima e più importante retrospettiva dedicata a MAARTEN BAAS. Hide & Seek, aperta fino al 24 settembre, omaggia l’opera di uno degli artisti olandesi più conosciuti e rispettati. La mostra fa conoscere i molteplici volti di un uomo che rappresenta il cardine del mondo dell’arte e del design da 15 anni.

“Il Groninger Museum ha un duraturo rapporto con Maarten Baas. Grazie a commissioni speciali, il museo ha costruito un’importante collezione delle sue opere. Gli interni del Mendini Restaurant, che Maarten ha riprogettato nel 2010, rappresentano il punto forte in tal senso. Siamo molto fieri di presentare la prima retrospettiva dedicata a questo designer straordinario.”
Andreas Blühm, Direttore del Groninger Museum

Hide & Seek: la mostra

Hide & Seek mette in mostra le principali affermazioni artistiche che MAARTEN BAAS ha prodotto nell’ultimo decennio. Si può ammirare una vasta gamma di opere: dagli iconici pezzi SMOKE e CLAY, con i quali guadagnò fama mondiale, al celebratissimo REAL TIME, una serie di orologi che calcolano l’ora in tempo reale attraverso performance teatrali. La mostra è testimonianza del talentuoso e multisfaccettato BAAS, ovvero di qualcuno che si dedica ad essere (o non essere, allo stesso tempo) sia un artista che un designer.

Hide & Seek fa riferimento all’appellativo con cui BAAS è conosciuto, ovvero “Houdini del Design Olandese”, poiché è davvero difficile, se non quasi impossibile, definirlo con precisione, dal momento che l’artista scappa da qualsiasi tentativo che cerca di stereotiparne l’arte in una categoria specifica. Secondo BAAS, la struttura crea soltanto dei limiti: l’artista gioca quasi letteralmente a nascondino, intrufolandosi negli spazi concettuali ancora vuoti. Ecco quindi il comparire di opere tra intelletto e sentimento, tra lo sconosciuto e ciò che conosciamo, tra la natura e la cultura, tra la libertà e le limitazioni, tra la verità e la bugia.

Oltre ai classici più famosi, BAAS espone anche alcune nuove opere. Tra queste spicca una selezione di lavori lanciata nel 2016 che comprende: Tree Trunk Chair, Carapace e Close Parity. È inoltre presente un’anteprima del suo ultimo progetto May I Have Your Attention Please? realizzato in collaborazione con Lensvelt per la Milan Design Week del prossimo aprile 2017.

L’approccio teatrale di BAAS è ben rappresentato attraverso 18 video realizzati appositamente per Hide & Seek. BAAS è conosciuto soprattutto per il suo modo di cercare nuovi percorsi, reinventando sé stesso costantemente, per il suo saper essere riflessivo e intelligente, ma anche giocoso e naif, per la sua capacità di progettare arredamento funzionale e produrre video dell’assurdo al tempo stesso. BAAS è tanto introverso quanto appariscente, e attraverso la sua arte gioca a nascondino, rendendo implicita la domanda: chi è MAARTEN BAAS?

http://www.groningermuseum.nl/