Keith Haring in mostra alla Kunsthal di Rotterdam

297 Visualizzazioni

21 agosto 2015

Keith Haring in mostra alla Kunsthal di Rotterdam

Continua
Keith Haring

Dal 20 settembre 2015 al 7 febbraio 2016, la Kunsthal di Rotterdam è fiera di presentare una grande mostra dedicata alla vita e alle opere dell’influente artista e attivista americano Keith Haring (1958-1990). La mostra, intitolata Keith Haring. The Political Line, è la prima in Olanda a trattare nel dettaglio gli aspetti sociopolitici che emergono nei suoi lavori. Centoventi opere rivelano un lato poco esplorato di questo artista di fama mondiale, e l’esperienza personale che lo spettatore vivrà di fronte alle sue creazioni imponenti, sarà uno spettacolo visivo di forte impatto, a dimostrazione che, a venticinque anni dalla sua scomparsa, Haring è più influente che mai.

Protetto di Andy Warhol, Keith Haring dette origine a una vera e propria rivoluzione nell’arte degli anni Ottanta grazie ad uno stile unico e inconfondibile. A New York, durante il conservatorismo dell’era Reagan, l’omosessuale dichiarato Haring fa propria la missione di sottolineare i mali della società attraverso l’arte. Prese infatti una decisa posizione contro gli eccessi del capitalismo, e abbracciò il disarmo nucleare, il rispetto dell’ambiente e l’uguaglianza dei diritti per tutti gli esseri umani, indipendentemente da etnia, colore della pelle, credo religioso e orientamento sessuale. Accanto a scritti estratti dai suoi diari e altro materiale d’archivio, la collezione tematica delle opere presentate in The Political Line mette in luce il forte coinvolgimento di Haring nelle tematiche sociopolitiche del suo tempo. 

La street culture come ispirazione

Keith Haring ricoprì una posizione di spicco all’interno della comunità artistica newyorkese, nella quale pittori, artisti e musicisti esprimevano la propria creatività attraverso l’influenza della “cultura di strada”. Haring trasse ispirazione da graffiti, fumetti, musica, danza, arti figurative e cultura popolare, concependo l’arte come diritto e proprietà pubblica. La criticata commercializzazione delle sue opere attraverso stampe su magliette, adesivi e etichette, costituì parte integrante della sua filosofia di “arte per tutti”. L’influenza di Haring sulla sua generazione fu enorme e, nonostante una carriera di un solo decennio, l’effetto del suo repertorio artistico è tuttora inalterato.  

Una varietà sorprendente

Molte delle opere esposte in The Political Line sono prestiti concessi dalla Keith Haring Foundation di New York, accostate a importanti lavori provenienti da musei internazionali e collezioni private. La grande gamma delle opere di Haring spazia dai suoi primi disegni in gesso realizzati in loco nella metropolitana di New York (i cosiddetti “subway drawings”), fino ai suoi grandi dipinti su tela e tela di vinile, oltre alle innumerevoli realizzazioni su carta con inchiostro Sumi, oggetti e sculture unici. Materiale documentativo proveniente dagli archivi della Keith Haring Foundation infine, completa l’immagine dell’artista e attivista Keith Haring. La direttrice del Kunsthal Emily Ansenk ha dichiarato: "Siamo molto lieti che questa mostra sia ospitata a Rotterdam, la città in cui Haring espose per la prima volta fuori dagli Stati Uniti nel 1982. Durante la sua carriera, Haring ha perseguito la sua ambizione realizzando opere accessibili a tutti, non soltanto all’ambiente artistico, e rendendo fruibili i suoi lavori attraverso tutti i canali possibili. Proprio per questo la Kunsthal di Rotterdam è il luogo ideale in Olanda dove ospitare tale mostra, che vedrà la presenza di un pubblico nuovo molto ampio.”