Bosch Grand Tour

608 Visualizzazioni

19 dicembre 2015 - 29 gennaio 2017

Bosch Grand Tour

Nel 2016 ’s-Hertogenbosch e il Brabante vivono nel segno di Hieronymus Bosch (c. 1450-1516), il famoso pittore olandese del medioevo. Il suo linguaggio delle immagini universale, ricco di emozioni e visioni surreali, rappresenta, a 500 anni dalla sua morte, ancora una fonte di ispirazione per artisti olandesi e internazionali. Con il nome di Bosch Grand Tour, sette illustri musei del Brabante presentano nel 2016 un programma di esposizioni contemporanee, oltre alla mostra Hieronymus Bosch: Visioni di un genio (13 febbraio - 8 maggio 2016) nel Noordbrabants Museum (Museo del Brabante del Nord).

Continua

Nel 2016 ’s-Hertogenbosch e il Brabante vivono nel segno di Hieronymus Bosch (c. 1450-1516), il famoso pittore olandese del medioevo. Il suo linguaggio delle immagini universale, ricco di emozioni e visioni surreali, rappresenta, a 500 anni dalla sua morte, ancora una fonte di ispirazione per artisti olandesi e internazionali. Con il nome di Bosch Grand Tour, sette illustri musei del Brabante presentano nel 2016 un programma di esposizioni contemporanee, oltre alla mostra Hieronymus Bosch: Visioni di un genio (13 febbraio - 8 maggio 2016) nel Noordbrabants Museum (Museo del Brabante del Nord).

  • Bosch Grand Tour: Un programma di esposizioni in quattro città del Brabante, sette musei, tredici mostre in onore dei 500 anni dalla morte di Hieronymus Bosch.
  • Guarda la panoramica delle esposizioni del Bosch Grand Tour.

Bosch come ispirazione

Lasciati ispirare e sorprendere durante l'itinerario attraverso l'arte, il design e la cultura contemporanea a ‘s-Hertogenbosch, Breda, Eindhoven e Tilburg. Il programma di Bosch Grand Tour inizia il 19 dicembre 2015 e termina il 29 gennaio 2017: più di un anno di ispirazione per grandi e piccini grazie a Hieronymus Bosch!

Il Noordbrabants Museum 

1. Jan Fabre: Bosch in Congo
Data: 11 giugno - 18 settembre 2016 

I monumentali "pannelli di mosaico" di Fabre dalla serie "Tribute to Hieronymus Bosch in Congo" (Tributo a Hieronymus Bosch in Congo) raffigurano le stranezze e le assurdità che l'ex colonia belga ha dovuto sopportare. 

2. Meesterwerken uit de collectie Brukenthal (Capolavori dalla collezione Brukenthal)
Data: 18 giugno - 9 ottobre 2016 

I maestri olandesi e fiamminghi delle epoche pre e post Bosch provenienti dalla collezione romena Brukenthal. Pittori come Jan van Eyck, Jacob Jordaens e Pieter Brueghel de Jonge assieme a Bosch portarono l'arte pittorica dei Paesi Bassi a un altissimo livello. 

3. De terugkeer van de olifant (Il ritorno dell'elefante)
Datum: 29 ottobre 2016 - 29 gennaio 2017 

Hieronymus Bosch trovò svariate imitazioni nei quadri, nelle riproduzioni grafiche e persino negli arazzi. Questa esposizione mostra incisioni, xilografie del XVI secolo e il nuovo arazzo realizzato da Jan Fabre tessuto nel Museo dei Tessuti (TextielMuseum).

4. De Zeven Hoofdzonden (I sette peccati capitali ): Gurt Swanenberg e Pieter Bruegel
Data: 29 ottobre 2016 - 29 gennaio 2017 

"I sette peccati capitali" è fonte di ispirazione per l'artista visuale Gurt Swanenberg, con un pennello molto fine, dipinge scheletri di animali con fantastici dettagli. Le incisioni del famoso artista Pieter Breugel, ispirate allo stesso tema, vengono mostrate accanto al lavoro di Swanenberg. 

Museo Municipale di 's-Hertogenbosch

5. Jeroen Kooijmans - The Fish Pond Song (La canzone del pesce del laghetto)
Data: 19 dicembre 2015 - 5 giugno 2016 

All'inizio del 2016, l'anno dedicato a Hieronymus Bosch, verrà esposto in anteprima il monumentale video-trittico The Fish Pond Song dell'artista figurativo Jeroen Kooijmans. Questo epico capolavoro in tre parti è il culmine di dieci anni di riprese effettuate in Olanda, Ungheria e Curaçao. Fra le importanti fonti di ispirazione vi sono il Giardino delle delizie di Hieronymus Bosch e la storia contemporanea a partire dal “9/11”, un avvenimento che Jeroen Kooijmans ha vissuto da vicino. 

6. Nacho Carbonell
Data: 18 giugno - 11 settembre 2016 

Nacho Carbonell (Valencia, 1980) considera le sue sedie, divani e lampade come esseri viventi con una propria personalità. Le loro forme bizzarre li rendono a malapena riconoscibili come oggetti d'uso corrente. Le forme scultoree surreali di Carbonell mostrano notevoli similitudini con gli elementi contenuti nei dipinti di Hieronymus Bosch. 

7. Fernando Sánchez Castillo
Data: 18 giugno - 11 settembre 2016 

L'artista spagnolo Fernando Sánchez Castillo (Madrid, 1970) si interessa alla relazione fra l'arte e il potere. A partire da un forte coinvolgimento politico, in modo serio, giocoso e umoristico, realizza installazioni, sculture e video arte. Nel 2011 ha comprato lo yatch dismesso del dittatore Franco trasformandolo in una scultura formata da frammenti. Sánchez Castillo ha realizzato una nuova opera nel Museo Municipale di 's-Hertogenbosch che ha come punto di partenza la fascinazione  del re Filippo II di Spagna (1527 – 1598) per Hieronymus Bosch. 

8. Heaven, Hell & Earth (Paradiso, Inferno e Terra)
Data: 24 settembre 2016 - 15 gennaio 2017 

L'esposizione Heaven, Hell & Earth è un trittico formato da opere di famosi artisti internazionali basato sui grandi temi di Hieronymus Bosch. Il tema centrale è la secolare lotta fra le forze essenziali e contraddittorie della vita, del mondo e della psiche degli esseri umani.

Il duo britannico Jake & Dinos Chapman ha rappresentato l'inferno, il video artista Pipilotti Rist ha contribuito con un lavoro sul paradiso e l'artista e regista olandese Gabriel Lester unirà questi estremi in una nuova installazione. 

Van Abbemuseum 

9. Het begin van vandaag (L'inizio di oggi). De lange jaren ‘80 (I lunghi anni '80)
Data: 16 aprile - 2 ottobre 2016 

Con le sue rappresentazioni mostruose, Hieronymus Bosch criticava la società del suo tempo. Questa esposizione sui demoni degli anni Ottanta mostra fino a che punto lo sguardo critico di Bosch sia ancora pertinente. 

De Pont museum, Tilburg 

10. Atelier van Lieshout - SlaveCity (Città schiava)
Data: 11 giugno - 30 ottobre 2016 

Van Lieshout mostra la fascinazione per la transitorietà, la distopia e l'estrema efficienza, temi che predominano nelle opere di Bosch. 

Museo dei Tessuti (Textielmuseum), Tilburg 

11. De terugkeer van de olifant (Il ritorno dell'elefante)
Data: 8 giugno - 30 settembre 2016 

Fra il 1530 e il 1540 venne creata a Bruxelles una serie di cinque tappeti, realizzati a partire dalle composizioni di un solo artista: Hieronymus Bosch. I cinque tappeti rappresentano i seguenti temi: Il Giardino delle delizie, Carro di fieno, Tentazioni di Sant'Antonio, La carità di San Martino e l'Elefante. Al giorno d'oggi si conosce solo una serie incompleta della collezione del Patrimonio Nacional spagnolo: manca l'Elefante. Il Museo dei Tessuti e il Noordbrabants Museum collaborano a "Il ritorno dell'Elefante" grazie al quale l'ormai scomparso arazzo di Bosch prende di nuovo vita attraverso una interpretazione di Jan Fabre. Nel Museo dei Tessuti è possibile vedere la fase di progettazione e la fabbricazione. 

Natuurmuseum del Brabante, Tilburg 

12. Dieren van Jeroen Bosch (Animali di Jeroen Bosch)
Data: 1 giugno - 31 dicembre 2016 

Gli animali ricoprono un ruolo importante nelle opere di Bosch. Una mostra adatta a grandi e piccini sulla simbologia, sulla fantasia e sulla realtà. 

Museum of the Image/MOTI (Museo dell'Immagine), Breda 

13. Giardino delle delizie
Data: 2 aprile - 31 dicembre 2016

L'iconico trittico il Giardino delle delizie affascina da più di cinquecento anni scrittori, artisti e scienziati. MOTI traduce il trittico nel linguaggio contemporaneo, riportando in vita svariate parti per mezzo di emozionanti animazioni opera di Persijn Broersen & Margit Lukács, Studio Smack, Eelco Brand e Floris Kaayk.

Scopri l'Olanda in ogni stagione

L'Olanda è splendida in ogni stagione. Scopri i suggerimenti più interessanti per una vacanza in primavera, estate, autunno o inverno.

Continua