Acqua

4 Visualizzazioni

L'Olanda ha un legame speciale con l'acqua. L’acqua è il nostro migliore amico e il nostro peggior nemico. L’acqua offre grandi benefici, ad esempio: un’ampia varietà di sport acquatici e eventi, paesaggi unici e prosperità economica. L’aspetto negativo dell’acqua è che dobbiamo sempre stare in allerta e proteggerci contro le inondazioni. 

Panoramica

La superficie totale dei Paesi Bassi è di 41.500 km2, di cui 7.700 km2 costituiti da acqua. I tre fiumi principali (il Reno, la Mosa e la Schelda) entrano nei Paesi Bassi e si diramano fino a raggiungere il Mare del Nord. Un quarto dei Paesi Bassi è sotto il livello del mare. A 6,76 metri sotto il livello del mare, Nieuwerkerk aan den IJssel è il punto più basso dell’Olanda.  

Sport e eventi acquatici 

I Paesi Bassi sono il luogo ideale per chi ama gli sport acquatici. Le province più rilevanti per le acque sono la Frisia (laghi della Frisia e Isole Wadden) e la Zelanda. Qui puoi pescare, fare canottaggio, parapendio, windsurf e kitesurf, nuoto, sci nautico e anche wadlopen (camminata nel fango).  

Alcuni famosi eventi sono World Harbour Days a Rotterdam, HISWA ad Amsterdam, i campionati di skûtsjesilen in Frisia e la North Sea Regatta a Scheveningen. Lo spettacolo nautico più grande del mondo, SAIL, si svolge soltanto ogni cinque anni e la prossima edizione si terrà nel 2015.

Musei e attrazioni

Tutti i siti UNESCO in Olanda sono legati all'acqua. Dal primo polder dei Paesi Bassi, le isole di Wadden, e la linea di difesa intorno ad Amsterdam, all’isolotto di Schokland, la stazione di pompaggio a vapore D.F. Wouda, i mulini a Kinderdijk e i canali di Amsterdam.  

A fianco a questi siti UNESCO ci sono diversi musei e attrazioni interessanti. I Delta Works e Neeltje Jans, il Museo Marittimo di Rotterdam, la nave della VOC, Batavia, Giethoorn (la Venezia dei Paesi Bassi) e qualche parco nazionale. 

Barriere per le acque 

Per secoli gli olandesi hanno combattuto una dura battaglia contro l’acqua. Erano usati mulini per tenere sotto controllo il livello dell’acqua e costruite dighe per tenere le persone all’asciutto. Oggi esistono molte barriere moderne, come Afsluitdijk e Europort, che controllano il livello dell’acqua e proteggono i cittadini dalle inondazioni. 

Le barriere più note sono i Delta Works, chiamati anche l’ottava meraviglia del mondo. Queste barriere proteggono il territorio intorno al delta del Reno-Mosa-Schelda. I Delta Works furono progettati dopo un terribile disastro, le inondazioni del 1953. 20 ore di tempesta furono troppe per le dighe della Zelanda. Morirono quasi due mila persone e oltre 150.000 ettari di terreno furono inondati. Con la costruzione dei Delta Works la probabilità di un’inondazione come quella del 1953 è stata ridotta a una ogni 4000 anni.

Prosperità

Durante l’Età dell’Oro (un periodo di prosperità nella storia olandese durante il XVII secolo), i Paesi Bassi si svilupparono come potenza commerciale marittima. Le famose navi della VOC navigavano trasportando merci di ogni genere, dalle spezie e stoffe agli schiavi. Questi ultimi rappresentano una pagina nera della storia olandese.  

Con il tempo i Paesi Bassi hanno acquisito un ruolo importante nel trasporto di container per mare. Il porto di Rotterdam è diventato uno dei più grandi del mondo. Anche l'industria della pesca è cresciuta per diventare un settore importante. Gli olandesi sono apprezzati a livello internazionale come esperti nel campo della gestione delle acque. Il settore delle acque, inoltre, riguarda innovazioni per l’uso sostenibile dell’acqua e alternative architettoniche per lo sviluppo urbano sull’acqua.