Jan Steen

4 Visualizzazioni

Nato: 1626

Morto: 23 febbraio 1679 

Campo: Pittura

Stile: Barocco  

Le migliori opere di Jan Steen:

  • L’allegra famiglia
  • La Festa di San Nicola
  • Il borgomastro di Delft e sua figlia
  • Il vino è ingannatore
  • Contadini davanti a una locanda 

La vita di Jan Steen 

Si sa poco della vita di Jan Steen. Fu istruito da Nicolaus Knüpfer e ispirato da Adriaen van Ostade. Nel 1649, Jan Steen si trasferì a L’Aja con il pittore Jan van Goyen. Si sposò con la figlia di van Goyen, Margriet, che gli diede otto figli. Un paio di anni dopo la morte di Margriet nel 1669, si sposò con Maria van Egmont, che gli diede altri due figli. Jan Steen visse a Leida, L’Aja, Haarlem e Delft. Gestì un birrificio, una taverna e fu il presidente della Gilda di San Luca, una gilda per pittori a Leida.   

Le opere di Jan Steen

Steen sapeva rappresentare scene di vita quotidiana vivaci e caotiche in composizioni ingegnose e tecnicamente perfette. A prima vista i dipinti sembrano avere il solo scopo di divertire, ma osservandoli più attentamente si trovano allusioni che avvertono lo spettatore sul comportamento rappresentato. 

Jan Steen ha prodotto almeno 400 dipinti su temi di ogni genere: storici, mitologici, scene di natura e religiose, ritratti e nature morte. È comunque famoso soprattutto per le sue scene di vita quotidiana. In Olanda c'è perfino un detto che fa riferimento alle sue opere: "È una casa Jan Steen", cioè una casa caotica e disordinata. 

Dove vedere i dipinti di Jan Steen 

Le opere di Jan Steen sono esposte al Museo Municipale De Lakenhal a Leida, al Museo Nazionale Rijksmuseum Amsterdam, al Museo Frans Hals e alla Royal Picture Gallery Mauritshuis.