Helene Kröller-Müller e Vincent van Gogh

200 Visualizzazioni

Helene Kröller-Müller e Vincent van Gogh

Scopri perché il Museo Kröller-Müller possiede la più vasta collezione privata di opere di Van Gogh.

Continua

Helene Kröller-Müller, a cui viene attribuito il merito di essere stata tra i primi a riconoscere il genio di Vincent van Gogh, era una collezionista di opere d'arte che fondò il Museo Kröller-Müller all'interno del parco nazionale De Hoge Veluwe. Dedicò gran parte della sua vita a raggruppare la più vasta collezione privata di dipinti di Van Gogh esistente al mondo e la sua passione contribuì indubbiamente ad accrescere la fama internazionale dell'artista.

  • Ammira una selezione di dipinti tratti dalle 300 opere di Vincent van Gogh appartenenti alla seconda collezione di opere dell'artista più vasta del mondo.
  • Scopri come la passione de Helene Kröller-Müller ha contribuito alla fama internazionale di Van Gogh.
  • Contempla opere iconiche di artisti moderni nel cuore di un magnifico parco nazionale.

La passione di Helene Kröller-Müller per l'arte

Helene Kröller-Müller è stata una delle principali sostenitrici dell'arte in Europa dell’inizio del Novecento, nonché una delle prime donne europee ad acquisire una collezione di opere d'arte degna di nota. Nata in Germania nel 1869, nel 1888 sposò il socio in affari di suo padre, l'olandese Anton Kröller. Guidata da Kröller, la Müller & Co diventò una società altamente redditizia e, grazie ai cospicui profitti, nel 1907 Helene poté avviare una collezione d'arte. Con l'aiuto dell'influente critico e pedagogo d'arte H.P. Bremmer, egli stesso fervente sostenitore delle opere di Vincent van Gogh, tra il 1907 e il 1922 Helene e il marito riunirono un'impressionante raccolta di quasi 12.000 opere, creando una delle collezioni d'arte private più vaste del Novecento. Il fiore all'occhiello di tale collezione era costituito da circa 300 lavori di Van Gogh, la cui esposizione avrebbe contribuito notevolmente alla fama dell'artista. Nel 1935 Helene e suo marito donarono l'intera collezione al popolo olandese. Il Museo Kröller-Müller, immerso in un'area boschiva del parco nazionale De Hoge Veluwe, venne inaugurato nel 1938, mentre il giardino delle sculture fu aperto al pubblico nel 1961.

Il riconoscimento dell'opere di Vincent van Gogh

È noto che Van Gogh fu sottovalutato in vita, tuttavia il consigliere di Helene, H.P. Bremmer, faceva parte della sua ristretta cerchia di ammiratori e riteneva che fosse uno dei grandi protagonisti dell'arte moderna. Sotto la guida di Bremmer, Helene iniziò ad acquistare opere di Van Gogh presso commercianti d'arte in Olanda, a Parigi e a Berlino, a cominciare da 'Margine del bosco' nel 1908. Esponendo alcuni dipinti e mettendone in risalto il loro valore, Helene suscitò indubbiamente l'apprezzamento del pubblico, trasformando Van Gogh nell'artista di fama mondiale che conosciamo oggi.

Ammria la più vasta collezione privata del mondo di opere di Van Gogh

Grazie all'avidità con cui Helene Kröller-Müller collezionò le opere di Van Gogh, oggi il Museo Kröller-Müller custodisce la seconda collezione più vasta del mondo dei lavori dell'artista, superata solo da quella del Museo Van Gogh di Amsterdam. Tra il 1908 e il 1929, Helene e Anton acquisirono 91 dipinti e 180 disegni di Van Gogh. Tra questi vi sono noti capolavori quali 'Terrazza del caffè la sera' e 'Strada con cipressi e cielo stellato’, unitamente a dipinti meno conosciuti e studi di paesaggi rurali e vita contadina realizzati a gessetto, matita e inchiostro. Le opere dell'artista sono sapientemente esposte in diverse sale del museo e in particolare nella Galleria Van Gogh.

Capolavori moderni tra gli alberi

Il Museo Kröller-Müller vanta inoltre uno straordinario assortimento di opere d'arte del Novecento, tra cui dipinti dei principali esponenti del Cubismo, del Futurismo e dell'Avanguardia, quali Picasso, Georges Braque, Giacomo Balla, Vilmos Hùszar, Fernand Léger e altri. Helene Kröller-Müller era un'appassionata sostenitrice del movimento De Stijl e una mecenate dell'artista Bart van der Leck, autorevole esponente di De Stijl. La sua collezione comprende anche diverse composizioni di Piet Mondrian. Nel giardino delle sculture, uno dei più grandi nel suo genere in Europa, i visitatori possono contemplare opere di artisti celebri sparse qua e là tra gli alberi e le aiuole. La collezione comprende sculture di oltre 160 artisti, tra cui Auguste Rodin, Henry Moore, Barbara Hepworth, Pierre Huyghe, Gerrit Rietveld, Richard Serra, Joep van Lieshout e molti altri.

Altre attrazioni nei dintorni

Il Museo Kröller-Müller sorge all'interno del parco nazionale De Hoge Veluwe, una delle aree naturali più estese dell'Olanda. Abbina la visita del museo a un'escursione a piedi o in bicicletta nel parco per scoprire la fauna e la flora selvatiche e godere della natura incontaminata della provincia del Gelderland.

Suggerimento della redazione

Assapora i prodotti locali della regione del Veluwe presso uno dei ristoranti stellati Michelin della zona, alcuni dei quali offrono anche possibilità di pernottamento. Alcuni ristoranti della regione, che aderiscono a un'iniziativa speciale, propongono menu ispirati a Van Gogh.

Scopri di più sulla zona
Helene Kröller-Müller e Vincent van Gogh
Indirizzo: 
Houtkampweg 6
6731AW Otterlo

Capire Vincent

  1. Ulrike Grafberger

Il centro informativo Vincentre e il tour attraverso il villaggio di Nuenen forniscono un quadro della vita e dell'opera di Vincent van Gogh.

Continua

Vincent van Gogh

Visita i più bei siti legati a Van Gogh per conoscere nei dettagli la vita e le opere di uno degli artisti più famosi di tutti i tempi.

Continua