Frans Hals e i Moderni

-

5 Visualizzazioni

Il 13 ottobre 2018, presso il rinnovato Museo Frans Hals, verrà inaugurata un'imponente mostra di straordinaria portata, intitolata "Frans Hals e i Moderni". Proprio 150 anni fa infatti Frans Hals venne riscoperto. Da quel momento non fu più considerato un ubriacone dissoluto, ma iniziò ad essere ammirato come idolo moderno da pittori dell’Ottocento come Manet, Liebermann, Singer Sargent e Van Gogh.

  • Ammira oltre 80 opere concesse in prestito da musei di tutto il mondo.
  • Scopri l'influenza esercitata da Frans Hals sui pittori moderni.
  • Abbina la visita di questa mostra con quella dedicata a Leonardo da Vinci presso il Museo Teylers.

La mostra, che accoglie circa 80 opere concesse in prestito provenienti da musei di tutto il mondo, rivela l'enorme impatto di Frans Hals sui pittori moderni. Per la prima volta i dipinti dell'artista vengono messi a confronto con le opere ispirate al suo lavoro prodotte in un altro fiorente periodo della pittura, ovvero la fine dell’Ottocento. Grazie a questa mostra sarà possibile comprendere l'approccio progressista di Frans Hals, del quale si diceva: "Frans Hals, c'est un moderne".

La riscoperta di Frans Hals

Esattamente 150 anni fa, nel 1868, Frans Hals venne riscoperto dall'influente critico d'arte francese Théophile Thoré-Bürger. Per quasi tutto il Settecento e per la prima metà dell’Ottocento, Hals venne ignorato dai critici d'arte. Il suo innovativo stile pittorico, caratterizzato da pennellate sciolte, non era in linea con il vigente stile accademico. Quell'estro disinvolto veniva associato allo stile di vita "frivolo" dell'artista e considerato quindi un cattivo esempio. Di conseguenza ai suoi dipinti veniva attribuito scarso valore sul mercato dell'arte e molto spesso il nome Frans Hals non compariva nelle rassegne d'arte dedicate al Secolo d'oro.

Frans Hals e i Moderni

Il 150° anniversario di questa importante riscoperta offre lo spunto per una mostra dedicata al grande maestro del ritratto. La mostra Frans Hals e i Moderni. Hals incontra Manet, Singer Sargent, Van Gogh illustra l'impatto esercitato da Hals sui pittori della seconda metà dell’Ottocento. Frans Hals era ammirato, se non addirittura adorato, da artisti della fine del diciannovesimo secolo quali Edouard Manet, Max Liebermann, John Singer Sargent, James Ensor, Mary Cassatt, Gustave Courbet, McNeill Whistler, William Merritt Chase, Henri Fantin-Latour e Vincent van Gogh. Tutti loro furono colpiti dalle pennellate disinvolte e dallo stile pittorico grezzo che appariva come "impressionista". Questa mostra, che si svolge dal 13 ottobre 2018 al 10 febbraio 2019 presso la sede espositiva Hof del Museo Frans Hals, illustra l'influenza di Hals sui pittori moderni attraverso un'ottantina di opere concesse in prestito. Per la prima volta nella storia dell'arte è possibile ammirare, accanto ai dipinti di Frans Hals, anche lavori di artisti che da lui hanno tratto ispirazione.

Abbina Frans Hals a Leonardo da Vinci

Quest'autunno avrà luogo anche un'altra importante esposizione, a pochi passi dal Museo Frans Hals. Il Museo Teylers presenta una straordinaria mostra di disegni del celeberrimo Leonardo da Vinci (1452-1519). Oltre trenta disegni originali saranno esposti a Haarlem. Queste opere estremamente fragili sono concesse in prestito da prestigiose collezioni internazionali quali il British Museum, gli Uffizi di Firenze, il Museo del Louvre e la Biblioteca Reale del Castello di Windsor. Alcune delle opere sono visibili in Olanda per la prima volta.

Il Museo Teylers e il Museo Frans Hals offrono un biglietto combinato per entrambe le mostre a un prezzo ridotto che è possibile acquistare esclusivamente online a partire dal 22 agosto 2018.

Scopri di più sulla zona
Frans Hals e i Moderni
Indirizzo: 
Groot Heiligland 62
2011ES Haarlem
Visita il sito web
Orari e biglietti
Eventi in arrivo