Museo del 20° secolo

34 Visualizzazioni

Il 20° secolo, un periodo in cui i nostri genitori sedevano intorno ad un set per la fonduta circondati da carta da parati arancione e marrone, e ascoltavano "Dancing Queen" degli ABBA. I nostri nonni, invece, decoravano i salotti con centrini di pizzo e piante di caucciù. Il Museo del 20° secolo (Het Museum van de 20e Eeuw) di Hoorn illustra come si svolgeva la vita quotidiana nel secolo scorso attraverso centinaia di oggetti.

  • L'esclusiva sede del museo è un ex carcere che sorge sull'isola di Oostereiland.
  • Mostre temporanee periodiche incentrate su temi rivolti soprattutto ai bambini.
  • Centinaia di oggetti originali del 20° secolo.

Un museo che risveglia ricordi

Chiunque visiti il Museo del 20° secolo con i nonni sentirà esclamare con entusiasmo: "Anche noi avevamo quella radio a casa nostra! Ho comprato un registratore come quello per il mio 40° compleanno! Avevamo le stesse lavagne e gli stessi banchi di legno a scuola!". Nel museo di Hoorn puoi intraprendere un viaggio in un passato non troppo lontano, tornando negli anni in cui i telefoni non avevano il touchscreen ma un disco combinatore.

Uno sguardo alla vita quotidiana del secolo scorso

Attraverso centinaia di oggetti risalenti al periodo compreso tra il 1900 e il 1980, i visitatori possono esplorare i tempi andati. Entra in un'aula scolastica di una volta, curiosa in una drogheria, osserva la cucina e il soggiorno dei nonni, ammira grammofoni e televisori antiquati. Numerose stanze sono presentate nello stato originale e riflettono lo stile del relativo periodo, dalle tende alle decorazioni della tavola, fino al mobilio.

In passato prigione, oggi museo

Nel 19° e 20° secolo l'imponente edificio, che sorge sull'isola di Oostereiland situata tra il porto di Hoorn e il lago Markermeer, fungeva da prigione. I detenuti svolgevano lavori leggeri, occupandosi ad esempio della selezione degli acini per la produzione di uvetta (krenten); per tale motivo la prigione era soprannominata il "giardino dell'uvetta" (krententuin). Nel 2012, dopo tre anni di lavori di ristrutturazione, l'ex carcere è diventato la sede del Museo del 20° secolo.

Hoorn, città incantevole sul lago Markermeer

Hoorn è una città straordinaria. Oltre al Museo del 20° secolo, vanta monumenti storici del 17° secolo, un'epoca estremamente florida per la città che era uno dei principali centri per gli scambi commerciali via mare. Quanto Hoorn fosse prospera in quel tempo è testimoniato dagli splendidi edifici del centro storico e dai preziosi oggetti d'arte esposti al Westfries Museum. A differenza del Museo del 20° secolo, il Westfries Museum è dedicato al 17° secolo, noto in Olanda come il Secolo d'oro.

Soggiorno a Hoorn

Combina la visita del Museo del 20° secolo a un weekend lungo a Hoorn e nei dintorni. Assolutamente consigliato è il viaggio sullo storico treno a vapore che percorre lentamente il tragitto da Hoorn a Medemblik tra sbuffi e vapore. Da Medemblik puoi prendere una nave altrettanto storica che conduce a Enkhuizen navigando sull'IJsselmeer. Se non vuoi tornare a casa alla fine di una giornata così intensa, dopo il viaggio sul treno a vapore e la visita del Museo del 20° secolo, puoi persino pernottare nelle celle dell'ex prigione a Oostereiland.

Scopri di più sulla zona
Museo del 20° secolo
Indirizzo: 
Krententuin 24
1621DG Hoorn